Utente
Gentili medici.
Dopo un bel po' di fastidi gastrici (bruciore, reflusso acido e dolore epigastrico) mi sono decisa di sottopormi ad una EGDS.
L'esame mi è stato effettuato stamattina con il seguente ESITO:

Esofago nella norma per calibro e decorso con mucosa distale iperemica.

Cardias in sede, incontinente.

Lago mucoso chiaro nel fondo gastrico, stomaco normoconformato, normoplicato, pareti normodistensibili all'insufflazione gassosa con mucosa rosea; si esegue biopsia per ricerca H-P (ureasi).

Piloro normofunzionante, facilmente transitabile.

Bulbo e D2 regolari.

Test per H-P: NEGATIVO.

Conclusioni diagnostiche: Esofagite A, incontinenza cardiale.


Mi è stato detto di mangiare leggero alla sera evitando cibi acidi e dormire con due cuscini.

Terapia: Lansoprazolo 15mg 1 volta al giorno (mattina) e Riopan compresse al bisogno per un mese/mese e mezzo.


Secondo il mio medico la terapia farmacologica non sarebbe stata nemmeno necessaria e nel mio caso avrei potuto migliorare la situazione anche solo con l'alimentazione e qualche piccolo accorgimento ma ho insistito per avere cmq un aiuto perché i fastidi ci sono e sono pure alquanto fastidiosi e vorrei risolvere una volta per tutte.


Vorrei un parere anche vostro gentilmente sia sul referto e sia sulla terapia datomi.
Grazie.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La terapia è sottodosata (dovrebbe prendere 30 mg) ed in presenza di esofagite deve essere protratta per 8 settimane.
Se mette 2 cuscini potrebbe peggiorare: occorre sollevare la testata del letto di 10-12 cm.
Una dieta leggera, ovviamente, aiuta.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia