Utente
Buonasera dottori vi scrivo poiché sono mesi che non si riesce a capire la causa del mio malessere.
Premetto che ho l’endometriosi e prendo la pillola in continuo.
Fino a marzo sono stata benissimo.
Una sera dello stesso mese bevvi una bevanda bollente di fretta, questo mi causó per pochi giorni bruciori a gola, stomaco ed esofago, passati poi spontaneamente.
Dopo una decina di giorni presi una pastiglia di aspirina poiché avvertivo dei pizzichi alla gola e dei fastidi allo sterno in più feci un pasto molto abbondante e mi coricai; appena rialzata avevo gli stessi sintomi avvertiti con la bevanda bollente giorni prima ma un po’ più forti.
Il medico curante mi prescrisse gaviscon e pantoprazolo per una ventina di giorni.
Terminato questo tempo stavo meglio ma appena mangiavo qualcosa di più acido o prendevo caffè avvertivo comunque fastidi, alchè il medico curante mi diede ancora pantoprazolo per un mese.
Dopo pochi giorni da questa nuova assunzione ho cominciato ad avvertire dei dolori al fianco destro in alto soprattutto dopo mangiato e per questo il curante mi diede dei fermenti ipotizzando una colite (nel corso di queste cure, pantoprazolo e gaviscon sono diventata più stitica, feci compatte tonde verdi con un po’ di muco sopra).
Dopo i fermenti stavo un po’ meglio ma mi restarono delle piccole fitte al fianco destro brevi (un attimo) che si presentavano durante la giornata in modo casuale in più mi capitava e mi capita tutt’ora che a volte quando vado in bagno trovi una macchietta di sangue rosso vivo nel muco sulle feci (spesso su una delle ultime) allarmata vado da un Colonprocrologo a cui illustro tutta questa storia, mi da altri fermenti e omeoprazolo poi mi dice di eseguire un’ecografia addome completo e la ricerca dell’hp nelle feci affermando che potrebbe trattarsi o di reflusso o di gastrite, o calcoli biliari o esofagite.
Sulle perdite di sangue non si sofferma dicendo che potrebbe essere un trauma della mucosa, ma nel frattempo alcuni giorni avverto delle piccole fitte all’ano con senso di pressione.
Avendo un controllo dal ginecologo per l’endometriosi e sapendo di averla anche nel sigma retto, ne parlo anche con lui che mi visita e mi dice che probabilmente c’è una forte infiammazione dato che sentivo dolore ovunque lui toccasse compreso il retto e che tutto ciò poteva derivare dal l’endometriosi ma che non si spiegasse come possa essere accaduto.
Mi prescrive una schiuma rettale e mesalazina per un mese.
Ora, sto aspettando il risultato per l’hp e tra qualche giorno farò l’ecografia addome completo, ma sono confusa, non riesco a capire cosa potrei avere e se questi iter e terapie vadano davvero bene per risolvere il mio problema.
Tra l’altro leggendo i bugiardini della schiuma rettale e della mesalazina mi è venuta paura che possa avere una malattia infiammatoria cronica dell’intestino come Chron o rettocolite ulcerosa.
Sono esausta, ma consapevole dei limiti di un consulto a distanza spero mi possiate dare un parere.
Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ha fatto una colonscopia?
Ha endometriosi e questo spiega buona parte dei sintomi.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Buonasera, intanto grazie per la celere risposta. No non mi è stata mai proposta una colonscopia per la mia età. Tra l’altro guardi proprio poco fa sono andata in bagno con molto muco e feci morbide ma formate. Lei crede sia qualcosa da grave? Tutto ciò mi crea moltissima ansia
Ps dopo la visita di ieri sono tornata a casa tutta indolenzita e anche oggi ancora lo sono (anche al retto).
Tra l’altro il colonproctologo visitandomi riscontrò molta aria nel l’intestino.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non fare una colonscopia ad una donna con endometriosi........
Come hanno fatto adire che ha endometriosi sigma-retto?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Ho fatto ecografia transvaginale 3d sono in cura in un centro specializzato. Però ecco dato che non mi danno risposte brancolo nel buio e nell’ansia. Già ho l’endometriosi! Non ci vuole proprio un’altra malattia cronica infiammatoria magari grave come la rcu

[#5] dopo  
Utente
L’eco addome completa effettuata oggi non ha riscontrato nulla. Si continua a brancolare nel buio

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Chi ha parlato di RCU?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
No non intendevo che ne aveva parlato, ne ho presa una a caso, per dire che spero non sia una malattia infiammatoria cronica dell’intestino, tutto qui.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Indagherei meglio l'endometriosi
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Ho capito. La ringrazio molto.

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Scusi dottore ho dimenticato di dirle che da un mesetto a questa parte alcune feci galleggiano nel water, sono formate e tonde di colore verdone scuro e hanno qualche punto qua e là di colore nero e bianco. Invece oggi erano più molli e non galleggiavano ma ho visto dei minuscoli pezzettini bianchi salire a galla. Secondo lei è preoccupante?

[#12]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
No
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#13] dopo  
Utente
Helicobacter Pylori positivo a livello del gene HPAG1 16S RNA ribosomiale. Può portarmi il cancro?

[#14]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Cosa vuol dire?
che test ha fatto?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#15] dopo  
Utente
Ricerca HP nelle feci mediante amplificazione genica(pcr)

[#16]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ok deve solo fare terapia per eradicare HP
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#17] dopo  
Utente
Grazie mille. Ho mandato tutto allo specialista che mi segue. Quindi scusi, la sintomatologia che ho (descritta nel primo messaggio) è tutta riconducibile all’hp? Anche quella intestinale? Inoltre, leggendo la letteratura scientifica ho letto che l’hp a livello del gene hpag1 può portare il carcinoma gastrico, ma ora le chiedo, con l’eradicazione questo rischio esiste ancora? Grazie e perdoni le molteplici domande.
Saluti

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Eradicando l'hp termina il rischio cancro.
Una parte dei sintomi è riferibile ad HP
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
La ringrazio. Buona giornata e buon lavoro.

[#20] dopo  
Utente
Sto facendo una cura con mesalazina da una decina di giorni, ora mi è stato prescritto il pylera, 12 pasticche al giorno per 10 giorni. Si possono prendere questi due farmaci insieme? (Nel senso posso continuare a fare la cura con mesalazina e contemporaneamente iniziare Pylera?). Grazie in anticipo

[#21]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#22] dopo  
Utente
Grazie ancora dottore. Gentilissimo

[#23]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#24] dopo  
Utente
Avrei una domanda su Pylera. Nel foglietto illustrativo c’è scritto di non assumere farmaci o integratori contenenti calcio e neanche latticini poiché potrebbero interferire. Da profana chiedo (magari è una sciocchezza ma preferisco essere sicura) se l’interferenza riguarda soltanto l’assunzione concomitante (Di calcio) oppure anche alti livelli di calcio nel sangue possono produrre interferenza (sto chiedendo perché io li ho sempre un po’ alti).

[#25]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Assunzione concomitante/ravvicinata
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#26] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente. Permetta un’ultima domanda. Sul foglietto di Pylera c’è scritto di non assumere integratori contenenti ferro, zinco e bicarbonato di sodio e neppure antiacidi contenenti alluminio, calcio e magnesio durante il trattamento perché possono interferire. Volevo sapere se l’alginato di sodio e il magnesio stearato contenuti nei fermenti lattici che sto assumendo potrebbero creare anch’essi interferenza con tale antibiotico.

[#27]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Li assuma dopo aver terminato il pylera
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#28] dopo  
Utente
Va bene grazie. Una compressa però l’ho già assunta a distanza di due ore è un problema?
Inoltre i probiotici posso assumerli già il giorno dopo il termine della cura?

[#29] dopo  
Utente
Tra l’altro ho appena visto il foglietto illustrativo dell’omeoprazolo e anche lì tra gli eccipienti c’è magnesio stearato e ossido di ferro. Secondo lei è meglio cambiare marca? O gli eccipienti non interferiscono?

[#30]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sono quantità infinitesimali.....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#31] dopo  
Utente
Ok ora mi è chiaro. Purtroppo non possedendo molte nozioni mediche mi sorgeva il dubbio, la ringrazio. Buon lavoro e buon proseguimento di giornata.