Utente
Buongiorno, da circa 20 gg presento una pesantezza di stomaco che inizialmente mi ha procurato anche qualche piccolo dolore allo stomaco soprattutto nella zona del duodeno ma mai sensazioni acide.
Sono andato dal medico curante il quale dopo avermi tastato l'addome mi ha solamente detto di prendere un IPP.
Non convinto sono andato a fare una visita gastroenterologica con ecografia addome.
Dopo la mia anamnesi il GE ha effettuato l'ecografia dicendomi solamente di approfondire con delle analisi per celiachia e intolleranza al lattosio e mi ha dato una cura di IPP (20 mg la mattina e 20mg la sera) per 4 settimane.
Il referto dell'ecografia era normale anche se non c'è scritto nulla in merito a stomaco e intestino (!).
Gli altri organi tutto nella norma, mi ha però consigliato di programmare una gastroscopia a causa del reflusso (in una precedente laringoscopia fatta per fastidi alla gola avevano visto che c'era del reflusso).
Da dire che già quanto andai ad effettuare la visita (dopo 5/6 giorni dall'inizio della cura con gli IPP prescritti dal curante) i sintomi si erano leggermente affievoliti.
Da 4/5 giorni però sembrano tornati anche se non è un vero e proprio dolore ma più che altro fastidio (di solito zona duodeno ma non sempre) e il solito senso di pesantezza/gonfiore e senso di digestione lenta.
Da dire che non ho problemi a defecare anche se le feci a volte risultano leggermente marroni scuro ma sono formate (qualche volta non lo sono).
Ho provato a verificare la presenza di sangue evidente ma non ho trovato nulla.
Non ho nausea importante ne vomito.
Mai avuto diarrea o stipsi.
Se spingo sullo stomaco con le mani anche in profondità non ho particolare dolore.
Ora sono 15 gg che sono in cura con gli IPP e ho prenotato la gastroscopia per il 4 agosto.
Il 20 luglio avrò inoltre il referto delle analisi del sangue con analisi feci (ma non credo del sangue occulto, quello è un esame specifico vero?) richieste dal curante alla prima occasione.
Volevo sapere se secondo voi questa sintomatologia possa essere associata anche ad un tumore (mio grande attuale terrore).
Scusate l'esagerazione.

Grazie mille.

Saluti,

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Assolutamente no. Nessun tumore

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore. Questi sintomi aspecifici a cosa potrebbero far pensare? Gastrite cronica? Ho omesso nella precedente comunicazione che oltre alle analisi del sangue il mio curante mi ha prescritto ricerca helicobacter pylori nelle feci. Qualora fosse gastrite è normale che non avverto alcun ricurgito acido?

Grazie mille ancora.
Saluti,

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Semplice gastrite e digestione lenta. Utili IPP e procinetici e ...tranquillità.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, approfitto della sua gentilezza e disponibilità per richiedere un ulteriore consulto. Questa mattina ho ritirato le analisi del sangue e delle feci che avevo fatto all'inizio della sintomatologia. I risultati relativo ad emocromo e quant'altro (colesterolo, trigliceridi ecc ecc) sono nella norma. Dalle feci però emerge positiva all'helicobacter pilory. Inoltre sono normali i valori di Proteina C reattiva valore 0.98 (rif. 0.00- 5,00) e calprotectine fecali valore 35,60 (rif. < 50 negativo, 50 -100 Borderline > 100 Positivo.)

l'esame delle feci invece indica:

Colore Marrone;
Consistenza Cremosa;
Reazione PH 7,00 (rif 6,5 - 7,4)
Fibre carnee alcune
Fibre vegetali alcune
Amido Crudo rari granuli
Es Parassitologico Non si rilevano parassiti o UOVA
Helicobatcter Pylori nelle feci POSITIVO
Calprotectine fecali 35,60

Cosa mi consiglia di fare dottore? E' il caso di sottoporti anche a gastroscopia?

Grazie mille.
Saluti,

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può eseguire una gastroscopia prima di iniziare il trattamento per l'helicobacter.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, grazie ancora per la risposta.
Il mio gastroenterologo mi ha detto di effettuare una cura di due settimane con Esomeprazolo, Amoxicilinna e Enterolactis Plus per la prima settimana e Esomeprazolo, Claritromicina e Tinidazolo per la seconda e di farla appunto prima della Gastroscopia.
Secondo lei, premesso che è appurato che io abbia l'Helicobacter e che (sembrerebbe) l'analisi delle feci sia più affidabile che senso ha fare la gastroscopia? Forse per vedere quanto si è eradicato il batterio? Se fosse molto eradicato ci vorrebbe una cura diversa?
O forse per vedere se sono presenti delle ulcere? (anche se non ho dolori lancinanti che mi svegliano la notte, anche se si, ho fastidi)

Premesso che sono comunque dell'idea di fare la gastroscopia ma secondo lei è davvero necessaria? Forse il gastro enterologo la vuole fare per escludere altro?

Mi scusi tutte queste domande.

Grazie ancora.
Saluti,

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, può cortesemente darmi il suo punto di vista?
Ad una settimana dalla cura antibiotica va leggermente meglio ma i sintomi NON sono spariti. E' normale?
Grazie mille.
Saluti,