Utente
Cari medici,
Vi scrivo ancora una volta per ricevere un ulteriore "conforto medico" oltre a quello del medico di famiglia.
La mia diagnosi è ancora tutta da stabilire e confermare: prima mi dicono una normale colite, poi mici e poi ibs.
Non so davvero a chi dare retta e forse dovrei farmi prescrivere questa benedetta colonoscopia una volta per tutte.
Il mio cruccio è: alternanza feci caprine a diarrea con difficoltà in entrambe le situazioni ad espellere tutto in un colpo solo (come era mio solito) da circa un anno.
Nel senso, esce un pezzo (sforzandomi, a volte la prima parte è caprina) ma poi il resto, nonostante lo sforzo, rimane nell'ampolla (si tratta davvero di roba come noci dure).
Le mie defecazioni ormai sono tutte così: caprine, molli o diarrea.
Muco costante.
Sempre.
Ho fatto analisi del sangue (6 mesi fa) tutto ok, calprotectina è a 16 mentre sangue occulto sempre positivo.
Ed è proprio quest'ultimo a preoccuparmi molto... Le feci a volte sembrano chiazzate di rosa internamente ma non saprei questo colore a cosa sia dovuto dato che sangue vero e proprio, nel wc o carta, NON lo vedo.
Anzi, solo qualche volta mi è parso di vederlo insieme al muco ma erano tracce piccole e, spero, di misero conto.
Possibile che le feci internamente siano già formate da sangue? A volte vedo addirittura che sono cosparse da puntini neri - nonostante io non abbia mangiato nulla di quel colore. Dovrei pensare che quelli che fino ad ora ho sempre ritenuto che fossero dei semplici residui alimentari è in realtà sangue?

Fra un mese il medico mi ha detto di ripetere questo esame.

Una calprotectina bassa potrebbe escludere patologie severe e tumori?
Inoltre, dopo l'evacuazione mi resta sempre un dolore al lato destro dell'addome, molto pressante, borborigmi ed eruttazioni che molto spesso sfociano in scariche di diarrea ed ho anche subito un grosso calo di peso (di ben 25kg, ora peso 65kg, ma bisogna anche dire che la mia dieta ormai è pulita) per non parlare dei continui risvegli la notte per urinare (proprio perché mi sento un peso al ventre) che mi sento spesso stanca e assonnata ed ho la pressione bassa molto spesso.


Vorrei ricevere una risposta (ovviamente molto grossolanamente - so già che dovrò nuovamente recarmi dal medico, ma una vostra gentilissima disponibilità nel rispondere mi sarebbe davvero molto utile poiché professionisti nella specifica categoria rispetto al mio medico di famiglia poiché impossibilitata a muovermi economicamente per un medico privato) a questi miei dubbi:

* Possibile che, a 25 anni, queste feci caprine (e alvo alterno) possano essere correlate ai diverticoli?

* L'idea di una neoplasia quanto può essere vicina o lontana alla mia situazione in base al mio racconto?

* Le scariche di diarrea, spesso, sono molto brevi e tendono ad essere mucose.
A volte vedo dei veri e propri filamenti di muco (giallo/arancione).
Come mai questa cosa?
Possibile steteorea?



Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ma è possibile che a 25 perda il suo tempo a pensare di avere brutte malattie ?

Ma è cosciente di questo ?


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore Cosentino, capisco perfettamente il suo atteggiamento nei miei confronti... Dalle miei parole traspare molta ansia, ma le assicuro che l'ipocondria o la paura di avere un brutto male sono le ultime cose che mi appartengono attualmente. Io vorrei cercare di capire solo a che cosa sto andando incontro e, ahimè, purtroppo non riesco.

Sono consapevole che dovrei solo pensare alla vita a 25 anni e, mi creda, lo faccio, ma a volte questa mia situazione mi impedisce di divertirmi e vivere come vorrei... Proprio come oggi: avverto lo stimolo > vado in bagno > feci capirne con molto sforzo (con muco e sangue). Dopo circa 40 min avverto un nuovo stimolo accompagnato da mal di pancia che sfocia ovviamente in feci molli e diarrea. Queste defecazioni ravvicinate, proprio perché sono giovane, sono un'altra mia grande preoccupazione, e vorrei chiederle se siano normali ???

Ovviamente ho già in programma visite con una analista psicologa, e so di dover lavorare anche su me stessa. Quindi se l'ho fatta perdere del tempo e se, rispondendo a questa e-mail, ne perderà a malincuore dell'altro - si senta libero anche di cestinarmi. Mi scusi tanto.

Cordiali saluti.