Utente
Salve,


breve riassunto: ho 39 anni e dall'inizio dell'anno scorso sono diventato molto più attento al mio colon, nel senso che faccio più caso a come vado di corpo etc.
Già l'anno scorso mi visitò un gastroenterologo che mi diagnosticò colon irritabile dopo che mi ha visitato un paio di volte.
Io non contento ogni tanto ci tornavo, quando i sintomi tornavano a farsi sentire.

I miei sintomi più comuni sono: feci "montate" (sembrano gelato non so come spiegarlo), con frequenza variabile vado una volta in più del normale al bagno (normalmente vado due, oggi ad esempio sono state tre e quando mi succede è sempre dopo un pasto), a volte ho una sensazione di fastidio al colon come una tensione.

Per farvi un esempio, sono andato di corpo appena sveglio come sempre con feci poco formate, poi dopo pranzo ci sono riandato con feci cremosissime (non diarrea ma quasi) e stasera dopo cena di nuovo: questo è uno dei miei giorni da colon irritabile.

Il gastroenterologo mi ha visto 4 volte senza cambiare la diagnosi, io ho fatto molti esami, alcuni anche di testa mia: a parte le ecografie fatte, ho fatto il test del sangue occulto, quello della calprotectina (che mi prescrisse il gastroenterologo, e la calprotectina era bassissima, a 5), e anche un test della disbiosi delle urine (so che molti medici non lo trovano attendibile).
Tutto sempre negativo.
Anche l'ultimo emocromo di fine maggio era buono, zero anemia né nessun problema del genere.


Il mio dubbio "razionale" è quello di soffrire di disbiosi, quello irrazionale di avere un male che verrà scoperto solo quando non ci sarà nulla da fare (ma la tengo a bada).


La disbiosi può portare ad avere giorni o periodi di feci normali alternati a momenti peggiori?
o dal mio racconto può essere anche una malattia infiammatoria?
Il medico non ha mai ravvisato la necessità di una colonscopia.


Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Direi intestino irritabile come prima ipotesi.
SIBO come seconda ipotesi.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per il suo tempo dottore, quindi la Sibo può "andare e venire"?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Possibile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia