Utente
Salve vorrei delle informazioni.
È da circa due anni che il reflusso mi rende la vita impossibile: continua nausea, eruttazioni, difficoltà digestive, bruciori e dolori di stomaco, bruciori retrosternali.
Mi sento sempre il sapore di acido in bocca e gola, mi sento risalire il cibo e a volte ho muchi.
Dalla gastroscopia emerge cardias beante, piccola ernia iatale e gastroduodenite, piloro beante che non so se c'entri qualcosa.
Fatto sta che ho provato ogni sorta di procinetici che calmano solo poco la nausea davvero invalidante, e gli inibitori di pompa a cui sono intollerante.
Ho eliminato ormai da mesi tutto ciò che potrebbe farmi male dalla dieta, sono arrivata a pesare 38 kg per questo disagio.
Gli antiacidi non fanno abbastanza e anche con la ranitidina stetti male.
Ho solo 22 anni e non posso vivere cosi, per cui stavo pensando ad un intervento chirurgico, so che bisogna fare ph impedenziometria e manometria esofagea ma mi chiedo... Siccome non presento alla gastroscopia segni di esofagite, potrebbe comunque uscire un reflusso patologico dalla ph impedenziometria?
Le due cose sono correlate?
Io non riesco proprio ad andare avanti

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ci può essere un reflusso senza segni endoscopici è solo la ph-impedenzometria può verificarlo.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it