Utente
buongiorno, sono un giovane, ho da chiedere un consulto, venerdi mattina ho fatto una risonanza per problemi alla testa e sono stato accompagnato in macchina, non essendo una persona che usa molto la macchina l'ultima volta che l'ho usata è stato l'anno scorso e la visita partito da melzo Milano l'ho fatta a melegnano sempre zona milano perchè a melzo la risonanza non la fanno, ma da quando sono tornato a casa il 14 agosto sono 3 giorni che soffro di nausea e credo che sia da mal d'auto, non era un'auto molto comoda... i sedili erano più giu del normale, io ero seduto d'avanti, non penso che sia quello che mi hanno diagnosticato con la gastroscopia che all'improvviso mi da nausea, una leggera gastrite iperemica un leggero reflusso biliare e una piccola ernia iatale, ed è successo che questa nausea l'ho avvertita anche di mattina a stomaco vuoto, fino a prima di fare la risonanza stavo abbastanza bene.

Non so se il viaggio in macchina mi ha un po messo sottosopra lo stomaco, la dieta che sto facendo è regolare per gastrite e reflusso, perciò non sto mangiando niente che mi da nausea, anche quando bevo acqua non la digerisco bene e anche questo da dopo il viaggio.

Cosa può aver provocato il tragitto fatto andata e ritorno? Devo dire che è stata la mia prima risonanza senza contrasto.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Certo, un viaggio in auto può provocare mausea, ma di solito questa regredisce appena finisce il viaggio. dovrebbe cercare, con il suo medico, altre eventuali cause.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Visto che è un gastroenterologo ed è secondo me meglio di un medico di base per questi problemi secondo lei quale può essere la causa? perchè davvero fino al giorno prima del tragitto in macchina stavo meglio, si è forse alterata un po la digestione in quell'arco di tempo?

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il suo medico potrebbe prescriverle ( io non posso farlo ) un prodotto antinausea per un breve ciclo e poi vediamo come va.
Prof. alberto tittobello