Utente
Buongiorno,
Dopo un anno e mezzo di problemi gastrointestinali, sorti esattamente a seguito di una laparoscopia ginecologica, e innumerevoli specialisti, esami e terapie, sono finalmente arrivata a fare un rx tratto digerente con mezzo di contrasto e ecografia delle anse intestinali che hanno rilevato una ptosi gastrica piuttosto grave.
(Il mio stomaco è verticale e ipotonico e si proietta nelle piccole pelvi)

Tutti i sintomi hanno un senso ora, un’abnorme distensione addominale bassa, (soprattutto sulla sx) già durante e dopo i pasti, stasi gastrica e pesantezza anche dopo 12 ore dall’ultimo pasto, fermentazione del cibo che mi ha causato persino la SIBO, stipsi, continue eruttazioni durante tutto il giorno, constante dolore nel fianco sx che mi limita in qualsiasi movimento quotidiano.

Sintomi che ho riportato a tutti i medici che ho visto e che si sono limitati solo a darmi gastroprotettori per mesi e mesi (anche se il mio problema è ipoacidità, non iper... )

L’ultimo gastroenterologo ha valutato l’intero quadro ed è stato molto positivo, assicurandomi che rimettendo in moto lo stomaco con enzimi e procinetici i miei sintomi rientreranno del tutto, visto che sono anche giovane e che non ho nulla per cui devo essere curata (ritiene persino la mia gastroscopia negativa).

Per quanto riguarda la ptosi, il dottore mi ha semplicemente detto che è la mia anatomia, essendo longilinea già di struttura (non ho mai avuto un singolo problema gastrointestinale prima dell’intervento, però) e forse è stata poi aggravata da questi due anni di dimagrimento e malnutrizione dovuti ai problemi gastrointestinali che ho avuto e che ci dovrò convivere ma che non mi causerà problemi.


L’ecografa internista invece mi ha spaventato molto, dicendo che la mia ptosi è esagerata per la mia età, che c’era del ristagno gastrico e intestinale ingiustificato viste le ore di digiuno, di rassegnarmi visto che vivrò con questi sintomi per la vita o potrei decidere di farmi operare per la ptosi, e anche di rimuovere la mia cistifellea dismorfica (che non ha nessunissimo problema se non quello di essere di una forma non convenzionale)

Vorrei sapere quale operazione si esegue per correggere la ptosi gastrica e se dà buoni risultati.

Vorrei tornare a vivere una vita serena, ogni mio giorno è un incubo, tra dolori, constante indigestione e costante gonfiore, stipsi e eruttazioni che non finiscono mai.
Mangiare è orribile, bere persino mi è impossibile.

Non posso più fare attività fisica e ne soffro moltissimo.
Non posso stare in piedi per lungo tempo.
Non posso sedermi normalmente, non posso più avere una vita sociale, non posso fare nemmeno lievissimi sforzi fisici.

Scusatemi ma io sto facendo di tutto per uscirne, ma va sempre peggio, (gli enzimi e il domperidone non fanno niente), non vedo come sia possibile vivere una vita così.

Preferirei di gran lunga farmi operare, tanto peggio di così...
Non trovo notizie a riguardo.
Potreste aiutarmi?

Grazie per l’ascolto.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Lasci stare la cistifellea, che non va operata, se non vi sono calcoli. Prima di pensare a un intervento per la ptosi gastrica, sarebbe opportuno provare l' effetto anche di altri prodotti procinetici, oltre a quello che ha nominato. Se parla di ipoacidità e di disbiosi, significa che ha eseguito diversi esami. Mi mandi i reperti.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta, dottore.
Purtoppo il motilex mi ha causato una strana reazione allergica alla pelle. Così mi hanno dato il domperidone.

Per quanto riguarda il discorso ipoacidità, ho eseguito solo il gastropanel, poiché il mio attuale gastroenterologo mi ha detto che fare una phmetria 24 sarebbe assolutamente inutile e invasivo, perchè ci troviamo di fronte a un quadro di ipoacidità, anche se non significativa, ma sicuramente non iperacidità e reflusso, come tutti i dottori prima di lui avevano creduto. Qui i risultati gastropanel:
HB ABS IgG 2,0 (EIU <30,0)
Gastrina 17 basale 2,6 (pmol/l 1,0 - 10,0)
Pepsinogeno l * 38 (ng/ml 70 - 240)
Pepsinogeno II 6,2 (ng/ml < 13,0)
Rapporto PG l/ PG II 6,2 (>3,0)

Per la Sibo ho eseguito breath test al lattulosio che è risultato positivo, così come positivo anche il rallentamento del transito oro cecale.
La prova del 9 per quanto riguarda la sibo è che immediatamente dopo che assumo un cibo che non è low fodmap mi gonfio letteralmente come un pallone..
Ho anche eseguito un gut screening che ha evidenziato una disbiosi, ma so che per la medicina tradizionale non ha valenza.

L’rx segnala questo a proposito dello stomaco:
Lo stomaco è ipotonico, disposto verticalmente, allungato con polo inferiore che si proietta nel piccolo bacino. Con paziente prona non si riconosce reflusso gastro esofageo.

Ho fatto poi naturalmente esami feci e sangue di tutti i tipi, gastroscopia..