Utente
Buongiorno dottori, vorrei un vostro parere: sono un ragazzo di 20 anni e a marzo ho rischiato di perdere mia mamma. Quella situazione mi ha aumentato l’ansia e lo stress di cui già facevo carico e mi ha causato una leggera pressione al petto (in quei giorni ho avuto anche un leggero attacco di panico). Una volta che mia mamma tornò a casa dall’ospedale.. ovviamente l’ansia è passata e quindi anche questa sensazione diciamo che si è affievolita. Ogni tanto comunque mi tornava ma niente di che. Il mese scorso invece, oltre ad avere questa leggerissima sensazione di pressione al petto.. si è unito anche questo mini bruciore. Diciamo che la sensazione al petto si alternava o addirittura si trasformava in bruciore e quando digerivo mi veniva su il cibo o comunque rigurgito acido o anche soltanto il gusto di quello che avevo mangiato. Poi si unì anche questa sensazione che la pressione al petto passasse dallo stomaco alla gola formando un nodo che sentivo quando deglutivo e secchezza. Poi sentivo anche una leggera asma.. non da farmi mancare il fiato.. respiravo tranquillamente anche con il naso e sopratutto non avevo fatica a compiere sforzi o comunque a respirare in generale ma ogni tanto sentivo il bisogno di sospirare però tutto ciò non durava molto e poi passava. Andai dal dottore e mi diagnosticò il reflusso e sono in cura da circa 1 mese e ho notato che comunque i risultati si fanno vedere, poiché ci sono magari anche più giorni in cui non sento nulla, dipende magari da quello che mangio. Ad ogni modo, ho notato che tutto ciò si manifesta sopratutto quando mi innervosisco e che tende a passare appena mi calmo. Ad esempio: ieri stavo bene e stamattina idem. Nella mattinata accade una vicenda che mi crea fastidio e quindi mi si crea questa sensazione al petto ed inizio a sospirare. Finito di mangiare prendo poi il mio gaviscon e dopo una trentina di minuti mi sdraio a letto prima con la schiena alzata e poi mi sdraio tenendo la testa appoggiata allo schienale di esso. Nel frattempo la vicenda si è risolta nel frattempo la sensazione di pressione è passata a un leggero bruciore che poi si è affievolito e ora dopo aver digerito ecc mi è rimasto questo mini bruciore e una leggera secchezza alla gola perchè appunto quando digerivo mi si formava tipo come se avessi del muco in gola e quindi dovevo schiarire la gola e tutto ciò penso sia dovuto agli acidi e continuo a sentire lo stomaco che borbotta e fa rumori strani e bocca secca e amara. forse sono i succhi gastrici? Ad ogni modo, pensate che tutto ciò sia attribuibile al reflusso? E il nervoso ecc può influire su di esso? Grazie mille in anticipo

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Certamente. Reflusso ed una forte dose di ansia.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per la sua tempestiva risposta e per il suo tempo dedicatomi. Buona giornata

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Buona giornata anche a lei.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it