Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 33 anni da diversi anni soffro di colon irritabile, trattato sempre con antispastici, che però nell'ultimo periodo mi sono stati tolti quando ho cambiato gastroenterologo, soffro di ernia iatale (devo ancora farmela operare) e ho 2 discopatie L2-L3/L5-S1...Da ieri ho iniziato ad avere gonfiore addominale e sento pungere nella zona bassa destra dell'addome pressappoco dove c'è l'appendice.
questo dolore che va e viene mi riflette anche nella schiena altezza rene dx, ieri mi sono recato dalla dottoressa del paese temendo una possibile appendicite, mi ha visitato e ha riscontrato un addome totalmente palpabile e morbido, alla pressione non mi faceva praticamente male, non ho problemi di appetito nausea o febbre e in bagno vado regolarmente, può capitare di avere la giornata dove non vado ma nulla di complicato.
La dottoressa mi ha comunque prescritto terapia antibiotica una compressa al giorno per 3 giorni, presa la prima ieri sera.
Questa mattina la situazione è abbastanza uguale con questo dolorino che va e viene, gonfiore che va e che viene ed in bagno ci sono andato regolare come sempre.
Detto ciò e con i limiti di un consulto on line potrebbe realmente trattarsi di appendice infiammata?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non credo (a distanza e senza visita ).
Direi solo gas intestinale.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, pensavo anche io inizialmente a gas intestinali (potrebbero essere una consegna dell'ernia?)però questa volta erano più dolorosi e continui rispetto alle altre volte.
È anche vero però che per esempio non ho dolore se provo a fare dei saltelli e alla visita di ieri non faceva male alla palpazione..

[#3] dopo  
Utente
Buonasera sera dottore mi scuso se riapro questo consulto, questo è il referto della gastroscopia fatta a maggio
Referto:esofago iperemico in regione vestibolare con cardias a 40 cm dall' AD, completamente incontinente con al di sotto un ernia iatale ben osservabile anche in retro-visione dal versante gastrico.Normali reperti per il rimanente dello stomaco e del duodeno.
Conclusioni:ernia iatale di notevi dimensioni con reflusso GE.
PRELIEVO BIOPTICO NO
CONSIGLI TERAPEUTICI:
Nuovo ciclo di anti-reflusso con Omeprazolo 20mg e domperidone per 3 mesi e al termine proseguire con terapia di mantenimento assumendo i farmaci a giorni alterni.
Vista l'età del paziente senz'altro consigliabile la soluzione chirurgica con VL plastica anti-reflusso.
Nelle ultime settimane sto avendo nuovamente problemi con l'ernia benché abbia ripreso la terapia completa giornaliera (da 15 GG) nel senso che ho sempre gonfiore addominale, eruttazioni, difficoltà digestive, nodo in gola ecc ecc. Ho sentito oggi il mio gastroenterologo spiegando la situazione e mi ha detto di fare un eco addome completa perché magari va a creare problemi a cistifellea e fegato. La domanda è la seguente, 15 giorni fa ho effettuato una visita urologica per altri problemi e mi ha sottoposto ad eco-fast dove ha guardato anche fegato cistifellea vescica anse intestinali(si chiamano così o sbaglio, zona basso addome dx) e non è risultato nulla di anomalo. Basta quella o è necessario rifarla proprio completa con preparazione? Grazie anticipatamente per la risposta