Utente
Buona sera, ho 21 anni ed è da un mese e mezzo ormai che non riesco più a godermi la vita, mi ritrovo a lottare ogni giorno con dispnee, compressioni toraciche, a volte colpi al torace di fastidio o dolore improvviso che passano dalla durata di un nano secondo che mi fa saltare alla durata di alcuni minuti a volte anche mezz’ora, gorgoglii continui di stomaco o addominali e all’altezza della gola nel collo generali, feci molli (1 scarica al giorno) alternate a feci normali, a volte mi sembra che la voce faccia fatica a uscire perché mi gratta la gola, a volte tachicardia (all’inizio di questo mese un po’ più frequente).
La cosa che non passa mai e che è fissa è questo maledetto rumore (tipo tac) quando deglutisco saliva, (non saprei se definirlo nodo in gola o no), questa maledetta dispnea (che in alcune parti della giornata non si fa sentire però un po ce n’è sempre) che non mi da tregua mi si presenta molto frequentemente ogni giorno e ogni notte e queste compressioni toraciche con rumori di stomaco o pancia.
Mi svegliano sempre in piena notte anche.
Solo che ogni volta che vado al pronto soccorso di notte mi dicono che la saturazione e al 98%, ergo non riesco più a capire se è un senso di dispnea o se è effettivamente dispnea.
Giuro che di visite ne ho fino al collo, ho fatto ecografia tiroide, agoaspirato tiroide (pero con materiale non diagnostico) spirometria, ECG e ecografia al cuore, RX Torace.
So che alla tiroide mi hanno diagnosticato GOZZO MULTINODULARE CON CISTE DI 3 cm alla base (colloide).
Mi hanno controllato tramite ecografia sempre il pancreas, milza, reni fatto analisi sangue (sia di tiroide che normali).
tutti questi esami sono risultati OK.
La tiroide dicono che al momento non è preoccupante secondo loro.
Poi ci sono anche dolori alla schiena.
Diciamo che in questo mese tutti questi sintomi erano ogni giorno e per tutto il giorno quasi però alla notte arrivava il peggio, continuandomi a svegliare fino a non riuscire più a dormire.
Poi da quando ero andata da un gastroenteorologo mi ha dato esoxx one gel (medicinale sintomatico), sembrano un po’ alleviarsi però poi si ripresentano e continuano ad andare avanti.
Il leggero dolore toracico poi sembra aumentare se sto sdraiata e faccio respiri profondi.
E più un dolore o fastidio retrosternale, che a volte viene avvertito sia a destra che a sinistra.
Ora mi si è presentato un nuovo problema, l’orecchio destro sembrerebbe pulsare molto fastidiosamente, come se qualcuno lo tappasse e lo stappasse velocemente.
Io non so più cosa fare, so solo che sono disperata è molto
Preoccupata per questa maledetta dispnea.
Che è seguita da tutti questi altri sintomi.
Ho anche continua eruttazioni.
Non so più che dire o pensare.
Può essere un tumore?
oppure un aneurisma di qualsiasi tipo?
(cosa che mi preoccupa di più al momento).
Ho paura che ci sia qualcosa di grave in mezzo, perché quando si tratta di dispnee e cose che c’entrano con il torace o cose sanguigne il ho sempre paura.
se qualcuno mi può aiutare ne sarei davvero grata.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A distanza e senza visita penserei ad un reflusso gastroesofageo.
Ne parli con il curante.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Il problema purtroppo è che il gastroenteorologo mi ha detto che la dispnea non c’entra nulla con il reflusso e che è sicuramente dovuta ad un’altra cosa. Dice che non è proprio tra i sintomi. Quando invece io su internet leggo che può benissimo esserne una conseguenza.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Ieri ho fatto una visita ORL e mi ha detto che è ansia e mi ha prescritto un medicinale antidepressivo così, come se fosse una cosa da niente non saprei. Lui ha detto che non è riuscito a vedere tutto perché faceva fatica perché in alcuni esami non riuscivo a fare entrare il tubo troppo in profondità nella gola e da lì mi ha detto anche se non ho visto la parete dietro e più in profondita è difficile che ci sia qualcosa alla tua età quindi è ansia . Che fare? Non saprei. Io sono stra convinta che ansia non sia. Ma non è colpa mia se non riesco a farmi entrare la sonda più in profondità. Penso di non essere l’unica con sto problema. E se ci fosse veramente qualcosa in quella parete?