Utente
Salve sono una ragazza di23 anni e da tempo soffro di forte nausea continua e ricorrente (tale da rendermi la vita impossibile) che si accompagna spesso a bruciori di stomaco e difficoltà a digerire e bruciori...dsi milioni di esami effettuati sono emersi solo cardias incontinente e piloro beante e gastroduodenite e piccola ernia iatale.
Le cure le ho provate tutte, pure i procinetici (levobren, levopraid, plasil, motilium, peridon ecc) ed hanno effetto solo per un brevissimo periodo, dopodiché la nausea ritorna molto forte già dal mattino.
Il nuovo medico ch ho visto mi ha detto che secondo lui ho una ipersensibilità viscerale e mi ha prescritto esopral 20 due volte al giorno, sucralfin due volte al giorno, fermenti lattici e per la nausea neocarvi e dosil plus prima dei pasti principali.
Inizialmente la nausea sembrava scomparsa, poi è ritornata più forte di prima, così lui mi ha cambiato il dosil plus con il debridat, ma io leggo che non è affatto un antinausea ma un farmaco per il colon irritabile e comunque un antispastico per calmare dolori che io non ho.
Dovrei farmelo cambiare?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Proverei con il Debridat che può migliorare lo svuotamento gastrico

cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Vorrei chiederle un altro parere. Il mio medico (e anche gli altri che mi hanno visitato) hanno imputato la mia continua e forte nausea e tutti questi fastidi più ad una questione di somatizzazione dal momento che secondo loro dalla gastroscopia non emerge nulla di significativo. Ma la nausea, le difficoltà di digestione, il bruciore, non sono sintomi da ernia iatale e reflusso come riporta la mia gastroscopia? So che in certi casi (ad esempio il mio) i sintomi possono anche diventare invalidanti sopratutto quando non si risponde alle terapie mediche.

[#3] dopo  
Utente
Potrei avere gentilmente un parere?

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nausea, difficoltà di digestione e bruciore non sono sintomi tipici del reflusso
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
E allora a cosa potrebbero essere imputati? Ad una ipersensibilità viscerale dovuta a fattori nervosi come mi ha fatti intendere il medico? Spesso mi capita di avere anche mal di stomaco.
Lui mi ha dato la seguente terapia:
Esopral 20 due volte al giorno
Sucralfin due volte al giorno
Movicol
Enterolactis plus
Neocarvi e debridat prima dei pasti
Tra l'altro ho letto sempre su questo gruppo di un ragazzo con l'ernia iatale che lamentava i miei stessi sintomi quindi sono un po' confusa

[#6] dopo  
Utente
Comunque spesso ho anche dolori allo sterno e allo stomaco, eruttazioni frequenti e senso di cibo come se mi restasse incastrato nello sterno

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ernia iatale è presente nell'80% delle persone, ma non si possono imputare a tale patologia (come spesso succede) tutti i sintomi digestivi. Comprendo che vuole avere chiarezza ma noi ci troviamo a dare pareri senza una visita diretta. E questo non aiuta
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Io ho anche cardias incontinente e piloro beante oltre a gastroduodenite. Questo non conta? Quando faccio vedere la gastro ai medici mi dicono che è negativa. Non capisco perché. Mi riempiono di medicinali, poi mi dicono che si tratta di ansia. Dai medicinali non ho riscontro positivo. Preciso che ho fatto anche scintigrafia gastrica, ecoaddome, rx con bario ed esami per celiachia e intolleranza al lattosio, controllato gli enzimi del pancreas e del fegato. Potrebbe davvero trattarsi di un problema funzionale? O dovrei fare qualche altro esame, tipo ph metria o manometria, per verificare se in effetti si tratta di reflusso? Perché in tal caso sono disposta anche a prendere in considerazione l'intervento chirurgico. Sembra che il mio stomaco da un giorno all'altro abbia smesso di funzionare.

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ha già fatto tanti esami e la ph manometria non è utile in quanto i suoi sintomi non sono da reflusso. Potrebbe realmente trattarsi di un problema funzionale
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
In tal caso trova la terapia del medico corretta? Perché la seguo da quasi un mese senza beneficio, anzi si è aggiunto il mal di stomaco. Potrebbe trattarsi anche di intolleranza al glutine non celiaca? (soffro anche di stitichezza e gonfiore)
I disturbi funzionali possono davvero essere frutto di una somatizzazione?
(ammetto di essere ansiosa e che tutto è cominciato in un periodo di stress per poi peggiorare fino a diventare cronico e farmi pesare 38 kg

[#11] dopo  
Utente
Neanche il fatto che a volte sento come se il cibo restasse bloccato nello sterno o i liquidi risalissero, ho spesso bocca amara sono sintomi da reflusso? Potrei avere una disbiosi?

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non escluderei un'intolleranza al glutine di tipo non celiaco
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it