Utente
Spettabile Medici Italia, vorrei se possibile avere delucidazioni in merito a un mio disturbo frequente.


Ho 33 anni e molto di frequente ho fastidiosi disturbi a stomaco e pancia.

I disturbi variano da gonfiore, bruciore, lievi dolori correlati a periodi di defecazione difficoltosa, ad altri con evacuazioni giornaliere ripetute.
Oltre a questo in certi momenti si manifesta il fatto di avere la sensazione di stimolo di andare in bagno, senza dover defecare.


Premetto che negli ultimi 12 mesi ho effettuato i seguenti controlli

Ecografia addome completo
Eseguita ultima volta il 24 dicembre 2019
Tutto nella norma.


Esami del sangue eseguiti ultima volta 19 giugno 2020
Tutto nella norma

Esami di urine eseguiti il 19 giugno 2020 Tutto nella norma

Esami delle feci (sangue occulto)
Eseguiti 24/12/2019 e 7/06/3/2020
Tutto nella norma

Il gastroenterologo da cui mi son fatto visitare ha ritenuto che potesse trattarsi di intestino irritabile.


Sinceramente visto le manifestazioni frequenti di questo problema, sono un po' preoccupato...

Voi cosa pensate a riguardo...??
?

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non deve essere preoccupato. Gli esami sono tutti normali e i sintomi sono - come le ha già spiegato il gastroenterologo - riferibili a quella situazione che chiamiamo intestino irritabile, ma che possono provenire anche dallo stomaco. Presumo che le sia già stata consigliata una terapia : mi dica quale è con quale effetto. Un ' altra cosa : quando si parla di dolori, è opportuno specificare in quale zona, con quali irradiazioni, quanto durano, con cosa regrediscono, ecc.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta tempestiva...
I farmaci prescritti dal gastroenterologo erano rabeprazzolo.
E come fermenti mi aveva prescritto melaflor fermenti.
L'effetto terapeutico sicuramente aveva alleviato la problematica a livello di pancia e stomaco.


Per quello che riguarda i dolori a pancia e stomaco non sono mai acuti.
Sono più che altro fastidiosi correlati a bruciore e gonfiore.
Siccome spesso questi episodi sono correlati a episodi di frequenza di defecazione o altre volte di difficoltà ad andare in bagno, mi stavo preoccupando.
Visto che oltre a questo nei momenti che si presenta questa situazione, si verifica sempre la sensazione di dover andare in bagno anche senza doverci andare...

Grazie per l'attenzione cordialmente Riccardo Zavagli

[#3] dopo  
Utente
Inoltre mi aveva segnato anche assunzione di trimebutina

Grazie ancora

[#4]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
D' accordo. Proseguirei con la stessa terapia, a base di rabeprazolo e di trimebutina, il primo per curare il reflusso, il secondo per i disturbi intestinali
Prof. alberto tittobello