Utente
Buongiorno,
In data 18/02/2020 ho effettuato una gastroscopia con seguente esito:
"esofago regolare, cardias per io e competente, non reflusso g-e, non segni di esofagite.
Stomaco:all'antro mucosa arrossata con sparse erosion, corpo fondo ed angulus indenni, discreto lago mucoso tinto di bile.
Piloro: pervio beante con reflusso d-g.
Bulbo e D2 normali.
"

Il medico che ha effettuato la gastroscopia mi ha prescritto una cura con pantorc 40 (per 30 giorni) e a seguire pantorc 20 (per altri 30 giorni).
Insieme a questo anche riopan gel (due volte al giorno) per 60 gg.

C'è scritto di fare la cura in caso di bisogno.

Il mio medico di base ha aggiunto a questi medicinali anche peridon (3 volte al giorno solo per 15 gg).

Ho fatto la prima cura a febbraio e ho notato dei miglioramenti dopo circa 3/4 settane e non ho più avuto disturbi.
Ho iniziato ancora con i primi fastidi verso novembre e il medico mi ha consigliato di rifare la cura.
Questa volta, però, nonostante sia passato già un mese non sto notando miglioramenti, se non lievi (sento ancora pesantezza e gonfiore dopo i pasti che si prolunga per diverse ore e sento dolore al tatto alla bocca dello stomaco).
È possibile che la cura questa volta ci metta un po' di più a fare effetto oppure vuol dire che potrebbe esserci altro e quindi devo ripetere gastroscopia?
Adesso sono nella fase della cura in cui devo prendere pantorc 20 e riopan gel.

Questa mia problematica potrebbe portare a situazioni più gravi oppure è una situazione che si può gestire tranquillamente con dei medicinali?

Ringrazio per l'attenzione e la disponibilità

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
No, non deve rifare la gastroscopia. La terapia è la migliore che possa fare. Eventualmente si può cambiare il farmaco procinetico ( domperidone ). Insista.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la risposta. Spero di poter stare meglio il prima possibile.
Cordiali saluti