Utente
Gentili dottori,
Vi scrivo per sottoporvi il caso di mio padre (69 anni).
Nel novembre 2018 è stato sottoposto ad ERCP a causa di calcoli e fango biliare nel coledoco e nelle vie biliari.
Successivamente all'intervento ha manifestato febbre che ha raggiunto i 40 gradi con brividi scuotenti, che hanno portato ad un ricovero ospedaliero con una diagnosi di sepsi delle vie biliari.
Dopo 14 giorni di cura antibiotica con tygacil e merrem sono trascorsi solo 5 giorni prima della ricomparsa degli stessi sintomi, ai quali sono seguite le medesime cure.
Nei mesi seguenti la febbre intermittente ha continuato a manifestarsi, fino a maggio 2019 quando è stato sottoposto a drenaggio biliare, ERCP e posizionamento di uno stent.
Ad agosto ha avuto un altro episodio di colangite e a settembre lo stent è stato rimosso.
Nei mesi seguenti la febbre non si è manifestata fino a febbraio 2020 quando è stato sottoposto a cura antibiotica per 14 giorni con tazocin 4 mg, 3 volte al giorno.
Dopo la cura per 10 mesi non ha avuto più alcun tipo di problema, fino al 5 dicembre, quando la colangite si è ripresentata con sintomi violenti come brividi scuotenti, nausea, febbre molto alta.
Ha cominciato nuovamente la cura antibiotica per 14 giorni a cui però è seguita, dopo 5 giorni, un'altra colangite che ci ha costretto a riprendere la terapia.
La risonanza non ha evidenziato calcoli né dilatazioni delle vie biliari.
Ora siccome non ci sono ostruzioni che possono causare episodi di colangite, da cosa dipendono?
È possibile che durante la prima ERCP sia stato danneggiato lo sfintere di Oddi che ora permette la risalita dei batteri alle vie biliari?
E soprattutto, per adesso mio padre reagisce bene agli antibiotici, ma quanto tempo ci vorrà perché gli stessi non facciano più effetto?
Grazie mille

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Se continuano le colangite credo sua utile eseguite una ercp per rivalutare la via biliare e la papilla.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it