Utente
Salve, soffro di gastrite da qualche anno a febbraio dopo gastroscopia il dottore mi ha prescritto lucen da 20 mg insieme a marial per un mese e mezzo e sono molto migliorata, sono tornata per un controllo a fine dicembre quando già stavo molto meglio e il dottore mi ha detto di riprendere la cura ma per una 15ina di giorni, dal momento che questa volta lucen mi ha iniziato a dare sensazione di nausea dal terzo giorno al sesto giorno ho deciso di interromperlo (sotto consiglio del medico di base) il problema è che ora ho l'acidità triplicata rispetto a quando ho iniziato la cura durata sei giorni.
Cosa posso fare?
Andrà via da sola?
Per ora sto assumendo gaviscon.

Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il solo antiacido probabilmente sarà sufficiente a contrastare i sintomi da reflusso per cui ha necessità dell'IPP. Provi una molecola diversa dell'esomeprazolo (pantoprazolo, rabeprazolo, ecc.)

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore la ringrazio per la risposta, vorrei evitare di prendere altri medicinali perché probabilmente non avevo bisogno nemmeno di Lucen, andranno via da soli questi sintomi cioè acidità fortissima ? Magari solo con gaviscon e un'alimentazione equilibrata, o il prendere Lucen quando non ne avevo necessità per sei giorni ha alterato irreversibilmente la mia acidità di stomaco? ( posologia lucen 20mg)
Grazie anticipatamente