Utente
Buongiorno, ho una domanda da porvi in quanto ho dubbi sugli effetti sul mio organismo, in passato (2012) assumendo inibitori di pompa protonica esattamente omeprazolo per reflusso gastrico e cardias incontinente, riscontratami da gastroscopia, durante la cura ho avuto attacchi d'ansia e in seguito attacchi di panico che ho attribuito a momenti di stress e al periodo di menopausa.

L'omeprazolo è stato poi sostiuito nel 2015 con rabeprazolo dal medico curante in quanto secondo il suo parere più tollerabile, nello stesso periodo del cambiamento del farmaco ho avuto artralgia e rossore in viso come se avessi Lupus, sono stata ricoverata in reumatologia per i sintomi appena descritti e per un edema al viso di cui non si è capito l'origine e che in seguito è scomparso da solo.

Nel 2017 ho sospeso rabeprazolo e il glutine in quanto i gonfiori allo stomaco persistevano, sospendendo entrambi le cose e assumendo fermenti lattici per sibo ho avuto netti miglioramenti tanto che per 8 mesi non ho preso inibitori ne antiacidi.

dopo 8 mesi si sono ripresentati i sintomi di bruciori allo stomaco e difficoltà digestive che ho gestito fino a 3 gg fa con antiacidi naturali e omeopatia, ultimamente i sintomi sono peggiorati ed il medico mi ha prescritto rabeprazolo, che assumo da domenica
i sintomi gastrici sono nettamente migliorati tanto che riesco a mangiare finalmente senza difficoltà digestive, ma ho insonnia e nervosismo da due notti che prima non avevo e che ieri mi si è ripresentato il rossore sul naso e guance.

E' possibile che siano effetti collaterali o è una coincidenza?

Grata per un vs risposta in merito
buona giornata

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non mi risulta che il rabeprazolo abbia questi effetti collaterali. Credo sia una coincidenza
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille, gentilissimo

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Prego.
Prof. alberto tittobello