Solo colon irritabile?

Per diversi mesi anche in conseguenza di un periodo molto stressante ho avuto fastidì intestinali caratterizzati da diarrea, feci poco formate gonfiore e dolore addominale localizzato sul lato destro ed in particolare in fossa iliaca dx con irradiazione al fianco e zona lombare così mi sono rivolta ad uno specialista gastroenterologo.
Su sua indicazione ho effettuato esami ematici e urine anticorpi antiendomisio e antitransglutaminasi tutti negativi Pcr negativa VES 34 esame sangue occulto feci su tre campioni in giorni non consecutivi tutti negativi, dosaggio calprotectina fecale con risultato 73, breath test lattosio positivo.
Ho altresì effettuato due eco addome completo e pelvi che non hanno evidenziato alcuna problematica a carico degli organi esaminati se non un certo meteorismo.
All’esito di questi esami la diagnosi è stata colon irritabile e intolleranza al lattosio, e il gastroenterologo non ha ritenuto opportuno dover effettuare una colonscopia.
La terapia impostata è stata colonir 1 cp al giorno per 40 gg obispax al bisogno, ciclo di probiotici per 10 gg al mese e digease 9000 per un mese ai pasti
Attualmente dopo 15 gg di questa terapia i problemi intestinali sono migliorati con feci formate, una sola defecazione al dì meno gonfiore ma persiste il dolore trafittivo in fossa iliaca dx fianco e schiena bassa che comincia appena sveglia e con maggiore e minore intensità si protrae nella giornata diminuendo la sera e consentendomi fortunatamente di dormire bene.
Questo dolore risulta fastidioso e limitante e con obispax non va via e quando è più forte mi causa anche nausea; comincio ad avere qualche dubbio che sia solo colon e mi chiedo se possa essere ipotizzabile un problema a carico di un diverso distretto corporeo?
Senz’altro sto attraversando un periodo molto stressante ma non penso che l’insorgenza del dolore possa essere attribuibile solo all’ansia come spesso mi dicono i miei familiari.
Mi scuso per essermi dilungata e vi ringrazio per l’eventuale valutazione che potrete dare alla mia situazione compatibilmente con i limiti di un consulto a distanza
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 22,9k 902 12
Potrebbe trattarsi di dolore osteomuscolare ma senza visita diretta è solo una ipotesi.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa