Utente
Salve, sono un ragazzo di 22 anni che è attualmente sottopeso (53 kg x 175 cm) . Non sono mai stato robusto ma son arrivato a pesare anche 62 kg fino a quando nel 2005 in seguito a un infortunio al polso ho avvertito i primi sintomi allo stomaco (bruciore,flatulenza,inappetenza,calo ponderale).Poi dopo 3 anni son stato ricoverato 10 gg e facendo vari esami(ecografia,tac addominale e analisi del sangue) senza pero' fare gastroscopia e colonscopia.Dopo 5 mesi di cura di omeprazolo (che pero' mi ha provocato una forte diarrea alternata a stipsi) sto bene ma non benissimo. Inoltre soffro anche di tachicardia sinusale,squilibri della tiroide e mal di testa (non so perchè ma sempre nello stesso punto della testa, ormai da anni). Cosa dovrei fare nel mio caso?

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
l'insieme dei sintomi va, se possibile, ricondotto ad un quadro unitario attraverso una diagnosi precisa.
Per arrivare a ciò è necessario che ne parli, in corso di visita, con il suo medico curante che, se necessario, potrà indirizzarla alla visita specialistica prioritaria e/o a completare l'orientamento diagnostico con esami strumentali appropriati.
In particolare è da accertare che cosa intende per "disturbi della tiroide": alcune patologie di quest'organo possono determinare una parte dei sintomi (compresi quelli a carico dell'apparato digerente) che lei espone. Ma va fatta una accurata diagnosi.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
mi scuso per essere stato troppo superficiale. Con squilibri della tiroide intendevo dire che soffro di ipertiroidismo per cui sono speso stanco, spossato , sudo molto e ho il battito accellerato anche senza in motivo valido.

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
la condizione di ipertiroidismo (alla quale dovà corrispondere una diagnosi precisa) si accorda, come detto in precedenza, con gran parte dei sintomi.
Per rispondere in modo diretto alla sua domanda "Cosa dovrei fare nel mio caso?", le consiglio, in primo luogo, di sottoporsi a visita specialistica endocrinologica.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente
ok, Seguiro' il vostro consiglio. Distinti saluti.