Utente 234XXX
Gentili medici,ho la tosse che dura da circa due anni e presumibilmente causata da reflusso gastrico.Ho fatto la manometria,phmetria,esame tiroideo,tac polmoni,visite cardiologiche,visite gastroenterologiche e pneumologiche ed otorino,due gastroscopie ed un radiografia a contrasto.Le gastroscopie hanno evidenziato ernia iatale da scivolamento di circa 7 cm e la radiografia fatta per l'intervento non evidenziava alcuna ernia iatale.A seguito di quanto sopra l'intervento è stato rimandato,pur avendo rilevato tramite la phmetria un forte reflusso gastrico.Tutti gli altri accertamenti hanno dato esito negativo,ma persiste il dubbio che una tosse che dura due anni e così violenta, possa essre causata solo dal reflusso.Ho sentito oggi esiste una tecnica antireflusso che consiste nell'applicare in endoscopia un dischetto di un materiale simile a quello delle lenti a contatto che si fonde con il cardias,è vero ed è valida come soluzione e se si dove viene praticata?Sembra addirittura che sia reversibile,cioè se non funziona può essere rimossa.Alcuni medici mi hanno consigliato di andare a Padova,presso un centro antireflusso che è ritenuto il migliore in Italia,sapete se è vero e come si chiama?Sono preoccupato non reagendo alla cura:Pantorc da 40 due volte al giorno e Gaviscon sciroppo dopo i pasti e prima di coricarmi,pereidon prima dei pasti,Simbycort al bisogno e Spiriva
una volta al giorno, la tosse persiste cambiando da secca a catarrosa od asmatica.
Confidando in un vostro consiglio,ringrazio tutti quelli che vorranno rispondermi
Piero

[#1]  
Dr. Vincenzo Marcelli

40% attività
0% attualità
16% socialità
AGROPOLI (SA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Assume farmaci antipertensivi?
Vincenzo Marcelli

[#2] dopo  
Utente 234XXX

Gentile Dr.Marcelli,se si riferisce a farmaci per la pressione arteriosa non ne assumo avendo 80/120

[#3]  
Dr. Giuseppe Sciarretta

20% attività
0% attualità
0% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
mi pare che la causa dell sua tosse sia il reflusso GE come documentato dalla pH-metria. Il problema dell'ernia va chiarito poichè tra un'ernia di 7 cm e nulla c'è una bella differenza! Dopo aver chiarito questo punto mediante una nuova gastroscopia, bisogna valutare l'indicazione all'intervento antireflusso in laparoscopia che nel suo caso vedrei indicato. La terapia medica modifica le caratteristiche del reflusso ma non lo elimina. Per quanto riguarda la tecnica endoscopica, lascerei perdere!
Cari saluti.
Dott. Sciarretta-Bologna