Utente 428XXX
Buongiorno, mi chiamo Massimo, mia madre ha 74 anni (da compiere in luglio), da un pò di tempo manifesta lievi vuoti di memoria, che potrebbero essere legati all'età.
Spesso non riesce a trovare il termine giusto, ma se la stimolo lo trova.
Ciò che mi preoccupa di più è la sua l'incapacità di eseguire calcoli aritmetici mentali impegnativi, come ad esempio, il contare a ritroso da 100 a sette a sette.
Tengo a precisare che come titolo di studio ha la licenza media e ha sempre avuto difficoltà nei calcoli matematici anche da giovane.

Sono preoccupato perché questa difficoltà rientrerebbe nella fase 4 del Declino cognitivo moderato (morbo di Alzheimer lieve o in fase
precoce).

Vorrei chiedere un Vs. parere a tale proposito.

Cordiali saluti, Massimo.

[#1]  
Dr. Pietro Zanelli

16% attività
8% attualità
0% socialità
GINOSA (TA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2019
Prenota una visita specialistica
prima di intraprendere un percorso terapeutico occorre eseguire valutazione omnicomprensiva in particolare MMSE. In una fase precoce si intraprende trattamento con rivastigmina e memantina che puo essere utile in caso di Alzheimer. Porre diagnosi differenziale con deterioramento di origine vascolare,quindi TAC encefalo senza e con mdc.
Dr. pietro zanelli