Utente 260XXX
Per una ciste ovarica, sto assumento la mia prima pillola Fedra da 6 mesi ma mi ha creato un po' di problemi a livello emotivo. Sono sempre depressa, irritata e svogliata. Inoltre nei rapporti intimi non sono più riuscita a provare piacere.
Sono andata dalla ginecologa che sentendo i vari sintomi mi ha detto che ero intollerante ha Fedra e mi ha prescritto Minulet, da cominciare a prendere il primo gg del prossimo ciclo. E' corretto fare il passaggio in questo modo per mantenere la copertura?
Qual'è il motivo per cui Minulet che è un po' più pesante di Fedra dovrebbe dare meno problemi a livello emotivo? Credevo che più la pillola era leggera e meno erano gli effetti collaterali.
La ginecologa mi ha anche diagnosticato la candida (mai avuto problemi finora ed ho 30 anni)che potrebbe esser stata causata dall'intolleranza alla pillola.
Ho iniziato la cura di diflucan x 2 gg (assunto nel tardo pomeriggio) e un ovulo di sertadie (la notte). Solo che contemporaneamente ho avuto coliche intestinali curate con rilaten durante i pasti.
Vorrei sapere se la copertura della pillola che prendo alla sera verso le 11, è rimasta invariata.
Inoltre per evitare recidive della candida che accorgimenti devo prendere?
Vi ringrazio fin da ora per la Vs. disponibilità.

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Cara amica
davvero poni una serie molto lunga di quesiti. Vediamo di rispondere in maniera sintetica.
Anzitutto è "strano" che tu prenda una pillola anticoncezionale da 6 mesi per una cisti ovarica non meglio identificata (e, quindi, presumo, disfunzionale), a meno che non si tratti di Endometriosi, nel qual caso, io chiederei anche circa un'eventuale opzione chirurgica/laparoscopica per risolvere il problema in maniera più diretta e veloce.
La depressione da pillola è un evento ben conosciuto e non si tratta proprio di intolleranza ma di un effetto collaterale spiacevole dovuto ad uno dei componenti la pillola contraccettiva (l'estrogeno in particolare), visto che l'irritabilità, la svogliatezza e soprattutto la mancanza di desiderio sono sintomi alquanto caratteristici di tale situazione. Dubito che ti troverai meglio con Minulet (a meno che non si tratti di un effetto "placebo" dovuto al cambio del preparato che ben hai condotto, nel caso tu lo abbia fatto come hai scritto nella tua lettera), in quanto le componenti estrogenica e progestinica nelle due pillole sono, praticamente, le stesse (Etinilestradiolo + gestodene) per entrambe ed addirittura nel Minulet, la quantità di estrogeno è anche più elevata (0,03) a differenza del Fedra (0,02). In realtà, si può ben contrastare l'effetto della depressione sulla libido, integrando la pillola con Vit. B6 (Benadon, per esempio), anche se l'effetto non è immediato nè costante per tutte le pazienti.
Anche le infezioni micotiche dell'apparato genitale riconoscono nella pillola ed in particolare nella componente progestinica, questa volta, un indubbio effetto favorente, anche se non dev'essere dimenticato un effetto facilitante "secondario" con la pillola qual'è, per esempio, il maggior numero di rapporti non protetti, proprio a casua della sicurezza contraccettiva.
Il Fluconazolo, preparato attivo del Diflucan, in genere non interferisce nè con l'assorbimento nè con le azioni biochimiche indotte dalla pillola: molto più, eventualmente, ha potuto influire, invece, un eventuale diarrea o vomito se a poche ore di distanza dalla somminstrazione del contraccettivo, vomito o diarrea dei quali, però, non parli nella tua lettera. Quindi non mi preoccuperei dell'eventuale riduzione del potere contraccettivo. Riguardo le recidive della candidosi, il discorso è più lungo e complicato, per cui solo questa domanda richiederebbe una risposta "mirata".
Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 260XXX

Volevo ringraziarla perchè è stato veramente molto esaudiente e disponibile.
Volevo precisare che lo scorso anno ho avuto lo scoppio di un follicolo che mi ha lasciato questa ciste. Dall'ecografica si vedeva questa macchia grande più della metà dell'ovaio definita "esiti di corpo luteo?" o "Endometriosi?" e mio è stata prescritta la pillola. Ora a distanza di 8 mesi ho rifatto l'ecografia dalla quale si vede ancora questa "macchia" ma molto più piccola che il ginecologo ha definito la parte esterna della ciste che ci mette più tempo a riassorbirsi. Mi ha escluso l'opzione chirugica e consigliato di continuare a prendere la pillola. Ha anche affermato che non sempre queste "cisti" si riescono a riassorbire solo con l'uso della pillola e che spesso serve un intervento.
Quindi sono stata fortunata.
Ma da cosa è dovuto lo scoppio improvviso di un follicolo? Devo dire che è stato parecchio doloroso.

Avevo sentito parlare di integrare le vitamine del gruppo B con il BETOTAL per contrastare la depressione, ma nè il mio medico nè la ginecologa me ne ha parlato quindi avevo pensato che fossero solo dicerie. Ora proverò ad assumere qualche integratore visto che mi ha confermato che il cambio di pillola non dovrebbe far migliorare di molto la situazione.

E' corretto fare il cambio il primo gg della comparsa del ciclo??
Devo dire che x 30 anni non ho mai usato la pillola e non ho mai avuto problemi ed ero meno ansiosa.
Ora visto che la devo usare x curare la ciste la utilizzo anche come anticoncezionale, ma ho sempre mille dubbi sulla copertura. Credo di essere una delle poche che non vede l'ora di sospendere gli ormoni e tornare ad una vita più "naturale".
Grazie ancora per la disponibilità.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Una cisti che si forma dopo lo scoppio del follicolo ovarico, può essere soltanto una cisti del corpo luteo, un sacchetto, cioè,pieno di sangue e siero, dovuto alla lesione di un piccolo vaso sanguigno, all'interno della precedente parete follicolare, proprio al momento della "deiscenza" del follicolo. In genere, se così fosse, la citi "emorragica" del corpo luteo, è una patologia già di per sè "autolimitante" per cui la sua eventuale persistenza, dopo 8 mesi, specie dopo l'utilizzo della pillola anticoncezionale, mi sembra un pò eccessiva.
Ti suggerisco di praticare un dosaggio su plasma del marker CA 125, per escludere una eventuale endometriosi con una percentuale di affidabilità alquanto elevata.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli