Utente
ALLA CORTESE ATTENZIONE DEL DOTT. MARCELLO SERGIO
Buongiorno,
2 anni e mezzo fa ho avuto una gravidanza extrauterina addominale, feci la sonoisterografia che rilevò il normale passaggio del liquido nelle tube. Sono circa 2 anni che stiamo cercando un'altra gravidanza ma purtroppo ancora non arriva. (Anche se bisogna sottolineare che non ovulo tutti i mesi, tendenza ovaio policistico).
Il 6 ottobre scorso ho eseguito una isterosalpingografia e questo è stato il referto:
"cavità uterina retroversa, nella norma per dimensioni e morfologia ed esente da significativi difetti di riempimento. Le tube si opacizzano regolarmente fino al tratto distale. A dx si documenta scarso passaggio di mdc nella cavità peritoneale; a sin il mdc che fuoriesce dall'ostio addominale, si raccoglie intorno ad esso in rapporto a fenomeni aderenziali peri-ampollari".
Potrebbe darmi delucidazioni su tale referto? Le tube sono aperte o chiuse? L'attuale situazione potrebbe precludere una nuova gravidanza. Potrebbe capitare extra uterina? Secondo la ginecologa a cui mi sono rivolta sarebbe opportuno fare direttamente una fecondazione in vitro.
La cosa mi ha fatto un pò pensare, perchè non mi ha dato altre strade da provare. (E' pur vero che esercita in un centro di fecondazione assistita!) Comunque mi ha prescritto gli esami del sangue da eseguire proprio in vista di una icsi (esami genetici ecc.), sia per me che per mio marito e la isteroscopia.
Senza pensarci troppo 2 giorni dopo la isterosalpingografia siamo andati a fare gli esami, per i quali nessuno ci aveva informati che avrei dovuto aspettare per fare il cariotipo, considerando le radiografie fatte. Probabilmente questo esame sarà da riperete.
Le chiedo se anche per l'isteroscopia devo aspettare considerando che mi hanno dato appuntamento il 2 novembre (dovrebbe essere 8° giorno del ciclo) o tenuto conto che l'isterosalpingografia l'ho fatta il 6 ottobre sarebbe meglio aspettare?
Secondo lei sarebbe più opportuno tentare prima con una laparoscopia e poi eventualmente la fecondazione in vitro? Sono abbastanza confusa e mi rendo conto che la decisione finale comunque è la mia e vorrei percorrere la strada giusta. Grazie e buona giornata.

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. sig.ra, non posso fare altro che confermare quanto suggeritole ed indicatole dalla Collega che le ha risposto nell'altro post

https://www.medicitalia.it/consulti/ginecologia-e-ostetricia/244067-il-6-ottobre-scorso-ho-eseguito-una-isterosalpingografia.html

Ovviamente la sua situazione, che appare complessa, deve essere valutata clinicamente in maniera molto attenta, quindi andando oltre il consulto on-line
Cordiali saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Grazie dell'ulteriore chiarimento. Mi trovo abbastanza confusa, vorrei solo capire quale è il percorso migliore da seguire e poi iniziarlo ad intraprendere consapevole che è la strada giusta e la migliore per giungere all'obiettivo. Non mi spaventa nè la laparoscopia nè la fivet/icsi. Il desiderio di maternità è più forte di tutto.
Grazie e buon pomeriggio