Utente
Gentili dottori,
vi espongo la mia situazione, sperando che possiate fornirmi alcune ipotesi. a marzo scorso, come vi scrissi tempo fa, ho avuto un aborto interno e da allora io e mio marito abbiamo sempre cercato una gravidanza senza esito positivo. ho un ciclo regolare di 28-29 giorni, il ritardo massimo sta nell'avere le mestruazioni lo stesso giorno del mese precedente. ho avuto il ciclo il 29/11 e questo mese ancora non si presenta. Da premettere che e' stato un mese "disastroso", ho avuto un forte raffreddore con tosse, ho preso dapprima tachipirina, poi sotto consiglio medico "actigrip" (2 compresse al giorno per 3 giorni), ho seguito una dieta (fai da te) che mi ha fatto perdere 4 dei 6 chili presi dopo l'aborto, a natale ho esagerato un pò nel mangiare e ho sofferto di stitichezza con alcune fitte forti al basso ventre. ho fatto un test di gravidanza il 29, negativo. mi son detta che era troppo presto, l'ho ripetuto il 31, sa l'ansia!, negativo. oggi ho avuto una piccola perdita marroncino (in questo modo ho scoperto l'ultima volta di aver abortito) e ho ripetuto il test: NEGATIVO. io sinceramente non so cosa pensare, il mio seno è normalissimo, mi stanco facilmente, ho delle perdite gialle che mi danno anche un po' di prurito, qualche volta senso di pesantezza quando urino, sbalzi d'umore... vi assicuro che nella mia vita non ho mai avuto ritardi mestruali non dovuti a gravidanza! questo mese ero intenzionata a non pensare a calcoli di ovulazione e date in cui avere rapporti perche' mi faccio assalire dall'ansia e vivo male la cosa, quindi non so darvi date precise, tranne il 26 dicembre che e' recente. secondo voi potrei aver concepito in quella data? forse e' una domanda stupida.... qualcosa mi porta ad aspettare a farmi visitare, forse per scaramanzia,forse perche' l'ultima volta andai così presto che si vedeva poco e niente, e poi è finita male...
potreste formulare qualche ipotesi di quello che potrebbe star succedendo al mio corpo, nel caso non si tratti di gravidanza ( o microaborto?) cosa potrebbe portare questo ritardo?
vi ringrazio della vostra pazienza e disponibilita' e vi auguro buon anno.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il test praticato è sulle urine o sul sangue?
Io consiglio sempre il dosaggio delle betaHCG nel sangue.
Una valutazione della funzionalità tiroidea è stata eseguita?
Il ritardo potrebbe essere(se non gravidico)da condizioni di stress psico-fisico(malattia,dieta squilibrata ect..).
SALUTI!!!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la sua celere risposta. i test sono stati praticati sulle urine...
per quanto riguarda la tiroide, io ho una grossa ciste di grasso da circa 15 anni, che a suo tempo controllai anche con una scintigrafia, mi fu asportata con una siringa ma dopo circa mezz'ora si riformo' identica a prima... la faccio controllare piu' o meno ogni anno, insieme ad altre due piu' piccole e a diversi linfonodi giudicati non preoccupanti (mi e' stato detto che piu' ce ne sono meno sono preoccupanti, nel senso che sono genetici). ma in che modo potrebbe influire la tiroide nel mio caso? e secondo lei queste piccole perdite marroncino a cosa potrebbero essere dovute? io sono per natura ahime' un po' pessimista e faccio le ipotesi peggiori... la ringrazio ancora infinitamente.

[#3] dopo  
Utente
gentilissimo dr Blasi,
stamane, finalmente, e' arrivato il ciclo, abbondante come al solito... appena terminera' andro' dal ginecologo per un controllo. lei ritiene che debba fare qualche esame particolare oltre al pap test che non faccio da un po' di tempo? se il ritardo rimarra' circoscritto a questo episodio posso stare tranquilla?
la saluto e la ringrazio

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Saluti!!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI