Clomid senza gonasi

Buonasera,
sono 2 mesi che prendo 2 cpr di Clomid per 5 giorni (dal 3° al 7°) e poi una puntura di Gonasi 5000 al 14° e una al 16°.
Ora dovrei ripeterlo per il terzo mese di prova, però vorrei sapere se non dovessi fare le punture di Gonasi posso correre qualche rischio? Perché forse partirò x un viaggio e in quei giorni non potrò fare le iniezioni.
La mia paura è quella dell'iperstimolazione, visto che il mio ginecologo mi ha detto di provare qualche mese così senza controllo ecografico.
Nel caso in cui ci siano dei rischi non facendo il Gonasi, eviterò anche di iniziare il Clomid.
Grazie.
[#1]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,4k 280 7
Personalmente non consiglio mai una terapia di stimolo delle ovaia, senza un controllo ecografico per il monitoraggio della risposta delle gonadi.
Anche una terapia di stimolo a basso rischio, come col Clomid, in determinati soggetti, può innescare una sindrome da iperstimolo, seppure con una frequenza molto ridotta.
Del resto, a parte la possibilità dell'iperstimolo, vi sono anche casi con risposta tardiva al Clomid, in cui, cioè, la comparsa del follicolo maturo, avviene in tempi "non canonici" rispetto al carico del farmaco (ma in fase più tardiva). In questi casi, l'ecografia si rivela fondamentale anche per adeguare i rapporti completi col partner, proprio nel momento fertile ("timing"), permettendo, quindi, anche la somministrazione del Gonasi nel momento utile.

Cordialmente.

Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
già Direttore f.f. UO OST/GIN Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua gentile risposta, in effetti molti mi hanno dato lo stesso parere sul monitoraggio ecografico, infatti al primo mese di prova con il Clomid ho fatto 2 ecografie intorno al 10° e 12° giorno per controllare la grandezza dei follicoli, anche se il mio ginecologo mi aveva detto che non era necessario.
Ora ho deciso di continuare solo x questo mese, poiché con mio marito ci siamo rivolti ad un centro per la fertilità e dal prossimo mese inizieremo a seguire questo Centro. Le premetto che sono 5 anni che proviamo ad avere figli, il problema sicuramente è il liquido seminale di mio marito, del quale avevo anche riportato i risultati dello spermiogramma e dell'eco doppler (ha anche un varicocele di 2° grado) su una richiesta di consulto inserita su questo sito (settore andrologia) intorno alla metà di gennaio di quest'anno.

Però mi scusi di nuovo la stessa domanda: io tra 2 giorni dovrei iniziare il Clomid ma non farò le iniezioni di Gonasi (perché in quei giorni sarò fuori dall'Italia), questo può causare dei problemi? Ossia dopo il Clomid è assolutamente necessario fare il Gonasi oppure no? Perché nel caso in cui può causarmi dei problemi eviterò di iniziare anche il Gonasi.

Grazie dottore.
[#3]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,4k 280 7
Ovviamente, come Le ho detto, senza un monitoraggio ecografico, non sarebbe opportuno neanche INIZIARE il Clomid.
Attenda il ritorno a casa per iniziare, eventualmente, un nuovo ciclo di stimolo, ma con il monitoraggio ecografico vaginale.

Auguri di sante Feste.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa