Utente
Gentili dottori,
ieri sera si è verificato un incidente che mi ha spaventata.
Durante un rapporto protetto con il mio ragazzo ho avvertito un certo fastidio, causato dalla secchezza del preservativo. Mossi dalla paura riguardante l'eventuale rottura del condom abbiamo deciso di terminare il rapporto. L'eiaculazione non è quindi avvenuta, anche se sembrava presente una piccola parte di liquido pre-eiaculatorio. Per mia abitudine, dopo il rapporto, tendo a gonfiare il preservativo con molta acqua per verificarne l'integrità. All'inizio tutto sembrava apposto ma nel rigirarlo per svuotarlo, venendo a contatto con la mia unghia (leggermente) questo si è spaccato proprio in punta facendo fuoriuscire di colpo tutta l'acqua. Nel caso in cui il preservativo si fosse bucato nel rapporto (anche se non credo) correrei dei rischi? Era il settimo giorno di ciclo e il mio periodo varia dai 31 ai 35 giorni. Se non sbaglio dovrei essere fuori dal periodo fecondo. Peraltro aggiungo che il mio ragazzo aveva eiaculato circa 4 ore prima, quindi prima del rapporto, ed oltre ad essersi lavato, aveva anche urinato.
Come ci si comporta in questi casi? Grazie per l'aiuto

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Da come riferisce, non vi sono rischi, non essendovi stata eiaculazione interna
saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,
la ricontatto per un'altro consulto. Alla fine il mese scorso il ciclo è arrivato il 34 giorno . Ho un ciclo piuttosto irregolare, purtroppo. Oscilla tra i 30 e i 35 giorni. Questo mese però sembra non volere arrivare nonostante oggi sia il 39 giorno. Accuso da circa 4 giorni forti dolori alle ovaie e fastidi al seno, tipici della spm. Questo mese ho avuto 3 rapporti, tutti protetti con preservativo e, come sempre, ne ho controllato l'integrità gonfiandolo con dell'acqua. Sono una persona piuttosto ansiosa e questo ritardo mi causa parecchia paura, anche se sono cosciente del fatto che non dovrei correre rischi. A cosa potrebbe essere dovuto questo ritardo? Ho 22 anni e non ho mai effettuato visite ginecologiche o ecografie. Mi conviene attendere o agire in altro modo?
Saluti

[#3] dopo  
Utente
Gentile dottore,
mi permetto di riscriverle poichè il ciclo non è ancora arrivato (40 giorni) e ho un dubbio. Durante il periodo ovulatorio ho avuto abbondanti perdite acquose, non filamentose come al solito. Inoltre da qualche giorni avverto un leggero prurito vaginale. E' possibile che non abbia ovulato?