Utente
Salve a tutti voi Egreggi Dottori...
Ho un problema che riguarda me e la mia ragazza da circa 1 anno: Non riusciamo ad avere rapporti sesuali completi.
Ora mi spiego:
Prima di fare sesso per la prima volta andavamo avanti cn le semplici masturbazioni, come d'altronde tutte le coppie!
Fin qi tutto bene e tutto normale.
Già dal primo rapporto completo (ottobre 2007) la mia ragazza avvertì dei forti dolor, ma io pensai che fosse per via della prima volta, ma provando e riprovando, ...niente.
Accusa forti dolori durante la penetrazione, a volte bruciori e anche pruriti , tanto da aver paura nel rifarlo. Alcune volte, poi, dopo il rapporto ha anche alcune perdite mucose, penso che non sia nomale. Ora il nostro rapporto va sempre peggiorando per via di questo fatto, poichè la mia ragazza pensa che io mi stia "scocciando" di questa stuazione.
Lei ha fatto anche una visita ginecologica, ma non è servita a nulla, poiche le ha prescritto una crema per bambini da usare tutti i giorni per le irritazioni.
In più posso dire che il mo pene ha una convergenza a sinistra. Non so se sia questo il punto, a voi il giudizio. Cmq sia in 1 anno i rapporti completi senza dolori si possono contare, ovvero 3 volte.
Perfavore aiutatemi.
Siamo distrutti e non vorrei che questa storia finisci per questo motivo. Attendo risposte. Infinite grazie per le eventuali risposte

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Probabilmente da quello che riferisce ci troviamo di fronte ad una vulvovaginite.
Un esame batteriologico a fresco risolverebbe il problema .
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta gentilissimo Dott. Blasi. Ma di cosa si tratta? è grave? e come ha avuto origine? Scusi l'ignoranza ma siamo davvero disperati, dopo 1 anno non ne possiamo più

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si tratta di una probabile infezione che ha bisogno di essere trattata.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Scusi ancora gentile dottore...
Voglio sapere se è neccessario recarsi dal ginecologo o chiedere informazioni in una farmacia?

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Deve essere il ginecologo a fare diagnosi e terapia,non il farmacista.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Siete stato chiaro! Grazie.
Ne ho parlato con la mia ragazza e ci è sorto un problema.
Al momento le sta prendendo dei medicinali omeopatici.
Potrebbe essere incompatibile con la eventuale terapia del ginecologo.
So di essere "scocciante" ma vi faccio un ultima domanda.
In cosa consiste la terapia?

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La terapia dipende dalla diagnosi:CANDIDA?TRICHOMONAS?VAGINOSI BATTERICA?
Di solito si tratta con creme o ovuli vaginali e lavande.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
razie infenite pe la vostra disponibilità Dott. Blasi.
Ora vi voglio fare un ultimissima domanda.
Volendo potremmo continuare i nostri rappori nell'attesa dell'appuntamento dal ginecologo.
Cordiali saluti Salvatore Binetti