Utente 444XXX
Buonasera dottore, le scrivo per chiedere un'informazione.
Il 20 aprile ho avuto due rapporti col mio ragazzo entrambi protetti solo che con il secondo è avvenuta la rottura del preservativo (senza eiaculazione), ho contattato il mio medico e mi ha sconsigliato la pillola del giorno dopo o dei 5 giorni visto che ho un ciclo che varia dai 30 ai 40 giorni e di conseguenza non dovevo essere in periodo fertile (era successo al 10 giorno). Essendo una ragazza paranoica e molto ansiosa ho aspettato l'arrivo del ciclo con molta ansia e paura e di conseguenza non è ancora arrivato. Ho notato le perdite di ovulazione tra il 6 e il 16 maggio e sabato scorso ho fatto un test di gravidanza per togliermi ogni dubbio ed è risultato negativo (test fatto dopo 40 giorni dal rapporto a "rischio" quindi l'ho considerato veritiero.)
Secondo lei l'ansia e lo shock di questo fatto possono avermi portato all'amenorrea? Da aggiungere che è stato un mese molto pesante per fattori familiari e scolastici quindi si aggiungono all'evento.
Il 5 giugno ho appuntamento con la ginecologa che in caso vorrebbe farmi delle iniezioni per sbloccare il ciclo ma sono molto scettica su questo fatto.. Come posso secondo lei farmi sbloccare il ciclo al di fuori di queste iniezioni? Ha anche dei pareri riguardo al possibile ritardo del ciclo? Sono davvero molto preoccupata perchè avendo già dei miei problemi col ciclo ho paura che con questa amenorrea prolungata possa incidere sulla mia fertilità e sul volere una gravidanza in futuro.. LA ringrazio per il servizio e per l'eventuale risposta a presto!

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lo stress psico-fisico spesso porta ad aumenti dei livelli di PROLATTINA , che potrebbe portare ad alterazioni della funzione ovulatoria e di conseguenza ad alterazioni del ritmo mestruale, come l'amenorrea nel sui caso.
L'uso della stimolazione con progesterone ("iniezioni" ???) è un test fondamentale . altrimenti deve soltanto attendere il flusso mestruale.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI