Utente 473XXX
Salve Dottori
Sono reduce negli ultimi 3 anni da 4 aborti, cerco di essere il più esaustiva possibile:
1 aborto: 6 settimana (embrione fermo a 5mm senza battito) nessuna terapia
2 aborto: 6/7 settimana (a 6+2 embrione con battito , cessato poco dopo), terapia clexane 4000
3 aborto: biochima, terapia clexane 4000 + progefikk
4 aborto (cambiato ginecologa): 8+2 , embrione a 6+5 di 7 mm con battito a 8+2 di 17 mm ma senza battito, terapia cardioaspirina + clexane 4000 + 2 ovuli progefikk + eutirox 25 (in gravidanza salito tsh a 2,3 di solito è 1,1).

Ho fatto davvero tutti gli esami possibili (se serve e qualcuno vuole dedicarmi del tempo posso anche elencarli) , di "significante" è emerso mthfr in omozigosi (e prendo a vita acido folico), proteina c e antitrombina III bassa (ma sequenza dei due geni negativi assenza di mutazione, sono stata dall ematologo), flussimetria arterie uterine molto sballata (sx PI: 2,58 e RI 0,98 dx PI:3,40 e RI 1.01) , suscettibilità celiachia (presenza etidimero DQ2) ma anticorpi celiachia negativi. La mia ginecologa vorrebbe darmi per la prossima gravidanza anche cortisone (nonostante screening autoimmunità negativo).. Vorrei fare anche una dieta priva di glutine (c'è chi lo sconsiglia e chi dice che anche la sensibilità porta aborti).. sono avvilita... Come cura preventiva prendo sinopol poiché ho amh 4,5 con sospetto ovaio miscropolicistico e progesterone dal 17pm per 9/10 giorni. Forse è il caso di cominciare anche preventivamente la cardioaspirina visto soprattutto i problemi della flussimetria? Mio marito ha fatto spermiogramma spermiocultura e frammentazione del dna tutto ok. Non ho mai fatto il citogenetico ,in caso di un ulteriore aborto vorrei rivolgermi alla diagnosi pre - impianto, ma un altra opportunità nonostante la paura vorrei averla.. Ah ho 31 anni. Grazie a chi vorrà risponderermi..

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'abortività ripetuta richiede anche una ricerca genetica sul prodotto abortivo (non mi ha riferito questo dato )
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/144-abortivita-ripetuta.html
Questo è importante , anche se condivido comunque l'esecuzione di una terapia con aspirinetta e cortisonici .
Mi faccia sapere
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Gentile Dott.Blasi
La ringrazio della risposta. Per il discorso dell'esame genetico sul materiale abortivo, per i primi 2 raschiamenti mi hanno fatto solamente l'istologico.. Il 3 aborto è stato spontaneo e precoce. Per quanto riguarda il mio ultimo aborto a 8+2,la mia ginecologa attuale voleva farmi fare il raschiamento per effettuare il citogenetico, mi sono rifiutata io di farmi fare il raschiamento e optare per il farmacologico poiché, al secondo raschiamento, ho avuto la complicanza della perforazione dell'utero (con diversi versamenti in addome) ed un periodo di ricovero in ospedale. Questa esperienza mi ha traumatizzato e ho preferito evitarlo (anche se so che è una percentuale bassissima) e la mia ginecologa ha rispettato ovviamente la mia decisione. Non ho dunque e purtroppo risconti a riguardo... Sono contenta che lei anche approva la terapia con cardioaspirina e cortisone. Volevo solo chiederle un ultimo parere sul discorso della suscettibilita alla celiachia e la presenza dell eteridimero dq2. La mia precedente ginecologa mi avevo imposto una dieta completamente priva di glutine (nonostante anticorpi della celiachia negativi). Io non so come comportarmi a riguardo (non ho mai fatto biopsia dato gli esami sul sangue negativi), sicuramente io il glutine lo limito perché a livello fisico noto miglioramenti, ma una volta a settimana me lo concedo. Lei di che parere è a riguardo? Mi affido anche alla sua competenza.
La ringrazio infinitamente

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se gli anticorpi della celiachia sono negativi , la risposta è scontata.
Al massimo sentirei il parere di un gastroenterologo.
In bocca al lupo !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4]  
Dr. Giampietro Gubbini

48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Carissima
Una ecografia tre/D e una Isteroscopia diagnostica li ha già eseguiti?
Sarebbe certamente interessante valutare questi due esami!
Auguri
Dr. Giampietro Gubbini

[#5] dopo  
Utente 473XXX

Salve Dott. Giubbini! Confermo di aver eseguito una isteroscopia diagnostica risultato tutto nella norma ed una ecografia 3D, anche con la flussimetria delle arterie uterine che è venuta alternata bilatermente. In effetti siccome l' elenco degli esami fatto è lungo mi ero scordata di inserirlo. Confido che la terapia completa di cardioaspirina, eparina e cortisone possa essermi d'aiuto finalmente! Per fortuna sono giovane, anche all ambulatorio farmacologico mi hanno detto "in questi casi bisogna solo provarci e riprovarci", anche se sicuramente non è facile. Se ha da darmi ulteriori consigli o domande su eventuali esami che crede non ho fatto l'ascolto volentieri!

[#6]  
Dr. Giampietro Gubbini

48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Carissima
Potrebbe trasmetterci i due esami normali ?
Dr. Giampietro Gubbini

[#7] dopo  
Utente 473XXX

Certo Dottore. Allora l esame dell'isteroscopia riporta il seguente referto:
Canale cervicale: normale
Cavità uterina: dimensioni regolari, morfologia regolare
Mucosa endometriale: regolare, sincrona
Osti tubarici: dx normale, sx normale
Conclusioni: esame normale.
Mentre per l ecografia 3D questo è il commento (è lungo ma glielo riporto per intero) :
"L'esame ecotomografico della pelvi eseguito con sonda transvaginale con tecnica 2d,3d e power doppler ha mostrato il corpo uterino normoversoflesso, mobile rispetto ai tessuti circostanti, di dimensioni normali, contorno regolari ed ecostruttura miometriale omogenea. Ecopattern endometriale di spessore regolare ad ecostruttura omogenea in accordo con fase secretiva del ciclo. La scansione coronale ottenuta mediante esame 3d mostra un profilo esterno regolare con esso ed una cavità uterina regolare. Ovaio dx nella norma per sede, mobile rispetto ai tessuti circostanti, di dimensioni aumentate per la presenza di formazione cistica a contenuto fluido_trabecolato, di 45x34x38mm vascolarizzata perifericamente e riferibile a corpo luteo endoemorragico. Ovaio sx adeso al corpo uterino posteriormente, nella norma per dimensioni ed ecostruttura. Posteriormente all'utero è presente un ispessimento del Lus di 14x6mm dolente alla palpazione. Non falde libere endopelviche. Resistenze a livello delle arterie bilatermente aumentate: arteria uterina dx PI=2.68 e RI=0,9, arteria sx PI=3,80 e RI=1.06".
(nel post iniziale avevo scritto valori delle resistenze a memoria ed infatti sono un po' diverse dal referto)
Spero che era questa la risposta che cercava, mi faccia sapere cosa ne pensa.
Grazie mille davvero

[#8]  
Dr. Giampietro Gubbini

48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
.....essendo una cavità uterina in cui c’è stata una perforazione......trovo strano che non residui alcun segno!
Dr. Giampietro Gubbini

[#9] dopo  
Utente 473XXX

Sono andata a ricontrollare il referto del secondo raschiamento in cui c è stato l evento della complicanza. È refertato "perforazione accidentale del miometrio con versamenti pelvici". Ora da ignorante io l ho sempre chiamato "perforazione dell'utero" ma forse sbaglio io, bisogna specificare miometrio? Comunque l isteroscopia mi è stata prescritta proprio per questa complicanza (oltre per un discorso di poliabortivita). Mi ricordo che dopo l intervento di raschiamento l emoglobina scendeva (mi sembra circa 9)è aumentava la grandezza dei versamenti presenti in addome. Poi la situazione si è stabilizzata,emoglobina ha ricominciato a salire e nel tempo i versamenti riassorbiti. Forse sono stata fortunata almeno in questo che la situazione non ha avuto danni permanenti? O lei consiglia di ripetere l esame e magari questo possa centrare qualcosa?
La ringrazio del suo tempo Dottore

[#10]  
Dr. Giampietro Gubbini

48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Può inviarmi via mail l’isteroscopia e l’ecografia Tre/d
ggubbini@gmail.com
Dr. Giampietro Gubbini