Utente
Buonasera vorrei un parere sull’errore in una datazione eco grafica di gravidanza avendo cicli molto irregolari.
Ultime mestruazioni 4/10/18
Rapporti 10/11 e 11/11
Test gravidanza 21/11/18 negativo
Assumo quindi antibiotico per cistite e antimicotico per candida.
Rapporto 28/11
Non vedendo il ciclo e avendo diversi disturbi ripeto il test il giorno 8/12 e risulta positivo.
Corro in pronto soccorso ostetrico per paura di aver combinato un guaio prendendo medicinali e non capendo quando potessi essere rimasta in cinta.
Il referto del 8/12 dice: camera ovulare regolare contenente sacco vitellino e embrione dotato di BCF di dimensioni compatibili con 5 settimane e 6 giorni.
Mi dicono che il concepimento è avvenuto intorno all’11/11 e di non preoccuparmi perché i medicinali assunti in questa fase non creano danni. È corretto? Potrebbero sbagliarsi ed essere rimasta in cinta il 28//11 dopo le cure? Quali sono i margini di errore in una datazione di gravidanza ecografia?
Aggiungo che a 11 settimane e tre gg il CRL è 52 mm è il BPD 19 mm x cui confermano la datazione ecografia.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
il problema non è la datazione della gravidanza , ma l'eventuale azione sulla embriogenesi da parte dei farmaci che lei non ha menzionato .
Sicuramente si sarà sottoposta ad eco morfologica ( 20- 22 settimane ) che sicuramente avrebbe evidenziato problemi malformativi e di disturbi della crescita.
Quindi tranquilla.
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore,
Si la morfologica non ha dato nessun problema per cui dovrebbe essere tutto a posto?
Ma solo per curiosità, un’ecografia dopo 10 giorni dal concepimento non può vedere ciò che è stato visto nel mio caso vero? Intendo embrione e battito cardiaco?
La questione della datazione ecografia non mi tranquillizza anche per la scadenza e per tutti i parametri che misurano nelle varie ecografie anche se risultano sempre intorno al 85 percentile.
Grazie

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il Collega avrebbe descritto un "ritardo di crescita"
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI