Utente 571XXX
Gentili medici,
sono una ragazza di 26 anni abbastanza magra, in salute, conduco una vita mediamente sana (a parte qualche sgarro sul mio punto debole, i salumi), mi muovo a piedi o in bici e faccio sport. Ho lo stesso partner da anni, con il quale ho rapporti non protetti poiché assumo pillola anticoncezionale (Yasmin 21 capsule).
Da quando mi sono affacciata al sesso per la prima volta, a 17 anni circa, ho scoperto di avere una ectopia, che mi causa sanguinamenti intermestruali. Ho fatto molte volte nella vita le terapie topiche, ma non sono mai servite granché. Negli ultimi mesi ho cambiato ginecologa, la dottoressa mi ha visitata in settembre e mi ha fatto un pap test, risultato negativo.
Tuttavia i miei sanguinamenti continuano ma hanno smesso di avere un'origine precisa, nel senso che in passato dipendevano al 90% delle volte da rapporti un po' più "intensi", mentre negli ultimi circa 6 mesi sanguino in maniera totalmente casuale. Ogni tanto mi capita di trovare lo slip sporco di sangue nel periodo tra una mestruazione e l'altra, che sono sempre precisissime per via della pillola. Altre volte, invece, pulendomi dopo la pipì trovo del muco striato di sangue, che però non arriva a bagnare lo slip, forse perché è di minore quantità, non saprei.
Circa un paio di anni fa sono finita in pronto soccorso ginecologico per un'emorragia mestruale della durata di circa 2 settimane, con ingenti perdite di sangue e intere "palle" di tessuto endometriale grosse come il palmo di una mano. Mi dissero che avevo una formazione nell'utero che poteva essere un polipo o un grumo di endometrio troppo cresciuto, e di ritornare per un controllo. Al ritorno, questo grumo era sparito, quindi si stabilì che non era un polipo ma solo tessuto, scioltosi da solo. Si stabilì anche che la pillola che prendevo all'epoca (Zoely) era troppo pesante per me, e me la cambiarono con la Yasmin.
Ho più volte pensato di bruciare la piaghetta, ma la ginecologa sostiene che non è detto che io risolva del tutto. Fatto sta che il PAP è negativo ma io continuo a sanguinare ogni tanto, e non penso sia spotting da pillola perché ormai assumo la stessa da anni. Quali altre ricerche potrei fare?
Vi ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La negatività del pap test con il sanguinamento intermestruale non ha alcun collegamento.
Il sanguinamento potrebbe dipendere dall' ECTROPION / ECTOPIA , ma forse anche da una formazione polipoide (??) presente o nel canale cervicale , o in cavità uterina .
Si può dirimere questo dubbio con una ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA , e in un secondo tempo , se negativa la isteroscopia, una diatermocoagulazione dell'ectropion("bruciatura") da eseguire sempre sotto GUIDA COLPOSCOPICA.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 571XXX

Grazie mille per la risposta tempestiva dottore! In caso di formazione polipoide, bisogna procedere chirurgicamente per forza o ci sono altre strade?
Intanto la ringrazio e prenderò subito contatti per questo esame diagnostico.