Utente
Buongiorno,

ho bisogno di un consiglio in merito agli effetti devastanti che il ciclo mestruale ha sulla mia qualità di vita.

Premetto che sono in psicoterapia per altre problematiche ed assumo da circa 2 mesi 20 mg di Fluoxetina.


Circa 10/7 giorni prima delle mestruazioni inizio a stare male e perdo il controllo sulle mie azioni.
Tutti i sintomi comportamentali distorti che con fatica cerco di domare nel resto del mese prendono il sopravvento.

L'umore è sicuramente instabile.
A questo si aggiungono stanchezza e sonnolenza estrema che limitano fortemente tutte le mie attività quotidiane.
La fase premestruale è cosi da quando ho memoria e non sono mai riuscita a contrastarla.

Ora, da circa 3 mesi a questo si aggiunge un ciclo molto doloroso soprattutto nei primi giorni.


Capirete bene che questa situazione mi rende "invalida" per metà del mese e gli sforzi che faccio negli altri 15 giorni per cercare di migliorare le cose vengono ripetutamente infranti con ripercussioni anche sulla mia autostima.


Credevo che la fluoxetina mi avrebbe aiutato, ma in "quei giorni" sembra perdere d'effetto.

Sull'uso della pillola ho sentito pareri contrastanti, in molti me l'hanno sconsigliata.


Avete qualche consiglio da darmi?
Devo assolutamente trovare un aiuto.

A che specialista dovrei rivolgermi?
Ginecologo, endocrinologo?

Grazie a chi vorrà rispondermi.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Io sono del parere che la pillola è la cura di elezione :
La prima scelta è una pillola contraccettiva capace di limitare al minimo le variazioni ormonali, grazie alla costanza del livello di estrogeni, e contenente un progestinico che abbia un ruolo positivo sull’umore. Tra le varie pillole in commercio, la più adatta a minimizzare la sindrome premestruale è la pillola al drospirenone, nella formula 24+4 (ossia 24 giorni con i due principi attivi, l’estrogeno e il drospirenone, e 4 placebo, ossia senza principio attivo), E’ l’unica per la quale l’FDA (Food and Drug Administration), organo di controllo americano sui farmaci, dopo aver esaminato diversi studi clinici, abbia dato l’indicazione curativa proprio per la sindrome premestruale severa, come la sua. In effetti, il drospirenone offre i vantaggi migliori sul fronte dell’umore perché è l’unico progestinico che agisca sul cervello aumentando il livello delle endorfine, che sono le nostre molecole che migliorano il tono dell'umore.
Le prime confezioni le può assumere senza pausa (non assumendo le pillole placebo ) .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI