Utente
Scrivo perché mi trovo in condizioni disperate e vado avanti per 2 mesi con disturbi vaginali.

Un mese fa ho fatto una visita ginecologica con pap test per delle irritazioni vaginali che avevo durante e dopo il rapporto e per la secchezza.
Nell attesa di ricevere l esito del pap test la ginecologa mi ha dato il Clomeval crema vaginale che mi ha bruciato tantissimo per cui ho sospeso e cercato di risolvere l irritazione sopraggiunta con la crema vaginale Fitostimoline.
Dopo ho avuto l esito del pap test che è risultato negativo.
ho deciso di cambiare ginecologa e ho fatto un altra visita ginecologica dove mi ha riscontrato una colite dovuta a intolleranza alimentare o stress che ha portato allo sviluppo di candida quindi mi ha prescritto ovuli vaginali Macmirox complex, lavande vaginali e Compresse vaginali Normogin.
Lubrificante vaginale refeel
E integratore colifagina.

Cosi ho iniziato la cura con il primo ovulo macmiror e verso notte ho iniziato ad avvertire forte irritazione e fitte per cui ho fatto subito una lavanda vaginale e ho cercato di togliere la crema dell ovulo sciolto.
La mattina dopo sono stata molto male sentivo le fitte forti in vagina e vulva e non potevo camminare.

Il ginecologo non mi ha più risposto per cui ho deciso di andare da un altra ginecologa che mi ha detto di aver trovato la vagina quasi bruciata per cui mi ha dato in caso di necessità il vagisil anestetico oppure non applicare nulla e mi ha detto di prendere Diflucan antibiotico per 3 mesi.
Cosi ho iniziato la cura di antibiotico diflucan mentre la crema vagisil mi bruciava per cui non ho applicato nulla e per 5 giorni sono stata con fitte che ho calmato solo assumendo Oki.
Dopo circa una settimana ho effettuato il tampone vaginale che ha riscontrato presenza di un batterio Enterococcus faecalis e la ginecologa mi ha dato l antibiotico Augumentin da assumere per 7 giorni.

Ho fatto anche l esame delle urine ed è stato riscontrato anche li il batterio.

Ora io dopo gli errori dei primi 2 ginecologi e un mezzo errore della terza ginecologa dato che mi ha prescritto diflucan per sospetta candida quando in realtà della candida non c e traccia, io ho perso un po di fiducia nelle terapie che mi vengono prescritte.
Chiedo un consulto,
grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi permetto di sottolineare che le terapie effettuate sono state empiriche , senza una diagnosi ( esame batteriologico a fresco , determinazione del pH vaginale , ect...) quindi tentativi terapeutici .
Non vorrei commettere lo stesso errore, cercherei di escludere una VULVITE irritativa (soltanto genitali esterni ) e poi con gli esami che ho menzionato cercherei di trovare la causa VAGINALE .
Posso aggiungere che la terapia sistemica con antibiotici (augmentin) non ha alcuna azione a livello vaginale , soltanto terapia topica vaginale .
A questo punto senza una diagnosi precisa è difficile per il sottoscritto arrivare ad una terapia , potrei essere il quarto ginecologo che fallisce!
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI