Utente
Salve, sono una ragazza di 21 anni, due giorni fa sono stata dalla ginecologa che mi ha diagnosticato una vaginite, Vulvite, cistite e una cisti della ghiandola di Bartolini; mi ha subito detto che si tratta di una situazione complicata e mi ha prescritto una terapia complessa: un antibiotico per via intramuscolare, uno per via orale, uno spray per la zona esterna e una crema per la zona interna ed esterna, un detergente (una volta al giorno).

Devo aspettare la settimana prossima per poterla contattare e non so cosa fare, sento che è leggermente ingrossata anchr l'altra ghiandola di Bartolini, hanno iniziato a formarsi degli strani rigonfiamenti che occupano tutte le piccole labbra e non capisco se dentro ci sia qualche liquido, non riesco più a camminare, né a sedermi o dormire decentemente, mi sono guardata allo specchio e ho le parti intime veramente in condizioni pietose e questa cosa mi mette parecchia ansia, perciò, quello che ho bisogno di chiedervi è: è normale che stia succedendo ciò?
Possibile che l'infezione fosse tale che l'antibiotico non abbia ancora fatto effetto?
(Per ora, due iniezioni e due pastiglie), non capisco cosa sta succedendo e mi sto preoccupando.

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Vorrei tanto aiutarla , ma questo tipo di patologia vulvare richiede una valutazione obiettiva , che chiaramente non è possibile.
Potrei fare tante ipotesi diagnostiche , ma servirebbero soltanto ad aumentare la dose di ANSIA .
La Collega sicuramente si sarà orientata verso una infezione di tipo batterico con una terapia antibiotica sostanziosa , bisogna attendere
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie comunque, poi ri-sentirò la ginecologa (di cui mi fido) sperando che non peggiori ancora, credo che la colpa sia soprattutto mia, avendo aspettato 10 giorni dalla comparsa dei sintomi per andare a fare la visita.