Utente
Buongiorno!
Vorrei, se possibile, chiarire alcune perplessità in merito ai contraccettivi ormonali.

Ho assunto la pillola per circa 4 anni complessivi (con un'interruzione di quasi due anni a metà), al momento ho interrotto l'assunzione a febbraio 2020, perchè ho cominciato a soffrire di alterazioni dell'umore abbastanza consistenti; inoltre dalle analisi del sangue è risultata l'omocisteina leggermente alta, quindi ho fatto una cura per abbassarla prima di ritornare eventualmente ad assumere contraccettivi.

Il motivo per cui vorrei riprendere l'assunzione (oltre all'azione anticoncezionale) è legato al fatto che ho le ovaie micropolicistiche e mi era quindi stata consigliata da una ginecologa una "cura" ormonale, che è stato il motivo iniziale per cui iniziai a prendere la pillola.

Sono comunque un po' dubbiosa se iniziare o meno perchè sto facendo un percorso per curare un disturbo d'ansia (al momento sono relativamente tranquilla e riesco a tenere l'ansia sotto controllo) e temo che una cura ormonale possa darmi nuovamente problemi all'umore.
Inoltre soffro spesso di cefalea, e ho letto che può essere peggiorata dall'assunzione della pillola.
Mi sono informata sulla micropillola e la IUD a base solo progestinica e sembrano avere meno controindicazioni, anche rispetto agli altri effetti collaterali della pillola a base anche estrogenica.
La mia domanda è: un contraccetivo solo progestinico può essere più indicato nel mio caso?
è vero che ha meno effetti collaterali?
In ultimo, dato l'ovaio micropolicistico qual'è la via migliore?

Spero di essere stata chiara rispetto al motivo del consulto e ringrazio in anticipo per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La minipillola ( pillola con solo progestinico )ha una efficacia contraccettiva e terapeutica (ovaio multifollicolare ),il sistema intrauterino con LEVONORGESTREL(Mirena, kyleena, jaydess)non svolge alcuna azione sulle ovaie , l'azione contraccettiva è legata alla inibizione della proliferazione endometriale e all'ispessimento del muco cervicale.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per i chiarimenti.
Buona giornata!