Utente
Buongiorno, sono ormai tre anni che prendo Fedra senza alcun effetto collaterale. Dal mese scorso tuttavia ho iniziato ad accusare un dolore in fossa iliaca dx e al rene dx (definito in PS da colica renale). Ho eseguito ecografia ed urografia, ma non è stato riscontrato nulla a carico dei reni. Venerdì scorso, come previsto, si è presentata l'emorragia da sospensione da pillola ed è stata per la prima volta dolorosissima: di nuovo il dolore alla fossa iliaca dx, ma soprattutto crampi e dolore alla schiena, oltre ad un ciclo molto abbondante. In PS è stata eseguita visita chirurgica che esclude appendicite e visita ginecologica con eco transvaginale. Il ginecologo mi ha consigliato di cambiare pillola per passare a Loette, liquidando il tutto dicendo che probabilmente Fedra non è più adatta al mio organismo e quindi mi ha provocato quei dolori. Sono stata dimessa dal PS dopo quattro flebo di antiinfiammatori e avevo ancora dolore. Ora mi chiedo: se dall'eco non si è visto nulla, potrebbe essere comunque un problema di pertinenza ginecologica? Esiste qualche altro esame utile?In secondo luogo, il passaggio da Fedra a Loette può comportare quegli effetti di gonfiore e ritenzione idrica che avevo avvertito all'inizio dell'assunzione di Fedra o no?
Grazie per la cortese attenzione. Sono davvero demoralizzata!

[#1]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
il passaggio da un farmaco all'altro anche se il dosaggio dell'estrogeno è lo stesso, può comportare dei lievi fastidi.
Ora mi è assai difficile dirle se il suo problema sia o no di pertinenza ginecologica; farei degli esami del sangue che sicuramente le hanno fatto in sede di PS e farei le dovute considerazioni, ma di più non mi espongo cordiali saluti
Dr. Maurizio Di Felice

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dottore,
la ringrazio per la solerte risposta. In effetti in PS mi hanno fatto tutti gli esami del sangue a loro giudizio necessari ed i valori sono tutti nella norma, analisi perfette a loro giudizio. E' questo che mi preoccupa: il ginecologo ha escluso dall'eco un problema a livello di utero e ovaie, il chirurgo esclude un'appendicite, l'urologo dice che i reni stanno bene, ma intanto io continuo ad avere fastidio in fossa iliaca e fitte simili a quelle del ciclo ancora in questi giorni...Per questo le ho domandato se in campo ginecologico esistesse qualche altra analisi più approfondita per evidenziare un'eventuale patologia... Ma mi rendo conto che pur avendo io fornito tutte le informazioni cliniche in mio possesso è difficile una diagnosi a distanza! Grazie per l'interessamento

[#3]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile utente,,escluda una colite spastica magari migliorando la sua dieta al limite con il consiglio di un gastroenterologo, purtroppo è una patologia fin tropoo frequente ancora saluti
Dr. Maurizio Di Felice