Utente
Buongiorno,
volevo chiedere un parere.

Sono a 30+6 settimane di gravidanza e ho aperto la cartella clinica in ospedale presso cui andrò a partorire.
Il ginecologo ospedaliero mi ha suggerito di fare il vaccino trivalente contro tetano pertosse e difterite (cosa che il ginecologo privato da cui ero seguita mi ha totalmente sconsigliato assieme all'antinfluenzale per rischio autismo).

Io voglio farlo, ma come una sciocca, non gli ho detto che l'anno scorso ho dovuto rifare l'antitetanica richiesta dallo studio veterinario presso cui lavoro.

Quindi il mio dubbio è: posso fare il trivalente, pur avendo fatto l'anno scorso l'antitetanica?

Vi ringrazio di cuore.


Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun problema.
La pertosse potrebbe essere molto grave per il bambino, soprattutto nei primi 6 mesi. Può avere complicanze neurologiche permanenti o anche provocare la morte.
In genere la pertosse viene trasmessa proprio
dalla mamma o dai parenti
stretti. I vaccini somministrati
in gravidanza non
contengono particelle
virali intere attive,
pertanto non possono
causare alcuna malattia. La ripetizione dell'antitetanica non comporta problemi
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI