Utente 157XXX
Buonasera,

A seguito della rimozione di un circolare superiore e dei sottostanti pilastri naturali, ormai sbriciolati, ho effettuato degli impianti. E' andato tutto bene: nessun fastidio e impianti correttamente posizionati e osteointegrati. Poco dopo ho effettuato anche degli impianti nell'arcata inferiore, con i medesimi buoni risultati. Portavo già un provvisorio superiore, ma all'atto del posizionamento del provvisorio inferiore sono scaturiti tutti i problemi che oramai mi trascino da quasi 6 mesi. Vertigini pressochè continue, nausea, contrattura a collo e trapezi, sensazione di avere la bocca "scomoda" come se avessi in bocca i denti di qualcun altro. Con alcune modifiche dei provvisori i sintomi sono migliorati, ma non ancora scomparsi. Mi sono quindi rivolta ad uno gnatologo, che a fronte di panoramica dentaria, RX colonna e stratigrafia mandibolare ha evinto che un condilo è bloccato, più alto e "sbatte" contro la mascella sovrastante, mentre l'altro è più libero. Ho anche eseguito: visita fisiatrica, audiologica per studio delle vertigini, otorinolangoiatrica, studio della mobilità oculare e ortottica, tsa dei tronchi sovraortici e visita cardiologica. E' risultato tutto nella norma tranne per: atteggiamento scoliotico sn-convesso del rachide dorsale con interessamento del tratto di passaggio dorso-lombare, segni di cervico-artrosi a livello di C5-C6 con riduzione del relativo spazio intersomatico, riduzione presente anche in L4-L5, basculamento statico del bacino con modesta cranializzazione emibacino dx di circa 3mm rispetto al controlaterale; oltre alla contrattura dei muscoli masticatori e di collo, spalle e schiena.

Lo gnatologo consiglia un bite ortotico (ortopedico) superiore in resina dura e con un piccolo palato, da portare per sei mesi giorno e notte e ribasare ogni 15 giorni; e poi rifare le protesi. Il mio dentista propone invece di ritornare al provvisorio superiore precedente (con cui ero asintomatica) e rifare l'inferiore in base a quello.

Sono piuttosto confusa e non so più cosa fare. Il bite è necessario? O potrei risolvere il problema cambiando protesi?

Grazie

[#1]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
È probabile che con il provvisorio si sia verificata una riduzione della dimensione verticale e dello "spazio libero" a carico della lingua,con tutte le ripercussioni che lei avverte.
Le allego un articolo informativo sul TMD


https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html


Veda se si riconosce nei sintomi disfunzionali e legga in particolare il passaggio sulla dimensione verticale.
Poi se ha domande chieda.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 157XXX

Buongiorno Dott. De Sorcio, grazie della sua risposta. I provvisori superiori che ho portato avevano tutti delle variazioni della dimensione verticale, addirittura uno di questi non aveva denti vestibolarizzati ma che puntavano verso l'interno. Chiudevo con i denti anteriori (tutta la "forza" spostata sugli incisivi) e da un lato toccano quasi tutti i denti, dall'altro nessuno.

Il dolore è lieve ma presente, sopratutto a livello del condilo dx; più fastidiosa è la rigidità muscolare del collo e dei masticatori. Sì anche per rumori e clic dell'articolazione, ma il sintomo peggiore è la vertigine.

Un altro gnatologo mi ha consigliato un'elettromiografia di superficie per capire come "aggiustare" la protesi. Non so quale possa essere la soluzione migliore, ogni professionista dice una cosa diversa...

[#3]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Sono tutti sintomi di un disturbo temporo-mandibolare.Va fatta una diagnosi (a poco sevono elettromiografia e kinesiografia,se non per una ulteriore conferma,ma in gnatologia la clinica è regina)e va instaurata una valida terapia per ristabilire un corretto rapporto mandibolo cranico e ridare funzione.Deve cercare uno Gnatologo esperto se vuole risolvere.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 157XXX

L'unica terapia è quindi il bite, con successiva modifica della protesi? Oppure si potrebbe risolvere anche con la sola modifica della protesi, con gli opportuni presupposti? Purtroppo trovare uno gnatologo davvero esperto è la parte più complessa e difficile del problema!

Grazie

[#5]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Si,terapia con bite,successiva finalizzazione protesica.


https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/821-tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo.html

In privato posso indirizzarla se crede ad un Collega delle sue parti.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 157XXX

Grazie, mi servirebbe proprio un consiglio per trovare uno gnatologo competente della mia regione.

[#7]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Mi scriva all'indirizzo mail dello studio che trova sul mio profilo MI+.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia