Utente
Salve...volevo avere dei chiarimenti riguardo al mio disturbo...l' anno scorso ho tolto il 3 dente del giudizio (dx inferiore), l intervento è stato un po' complicato e doloroso e la mia mandibola è stata mooooltooo "strapazzata"...vengo al punto, da allora fortissimi dolori alla mandibola, cranio, faccia, testa, cervicale, acufeni e chi più ne ha più ne metta! Il mio dentista che è pure gnatologo sostiene che l intervento non c'entri niente con il nascere di qst sintomi visto che il problema della disfunzione temporo mandibolare già c era (e ne sono consapevole di qst perché nn ho mai chiuso bene la bocca, ho sempre avuto dolori al collo e emicranie frequenti ma mai dolori lancinanti alla mandibola e faccia)
1 domanda...può influire o no un intervento di estrazione dentaria stressante al peggioramento e nascita di alcuni sintomi?
(quasi s incavola se glielo chiedo)
2 domanda oggi chiedo se, visto l appuntamento fra un mese e il mio peggioramento dei sintomi, potesse intanto iniziare con il laser (nel preventivo ha introdotto 4 sedute laser) poiché ho letto e mi ha detto pure lui che quest ultimo ha un effetto antinfiammatorio e analgesico...ma la sua risposta è stata negativa poiché per protocollo il laser va fatto dopo il bite...ha ragione?
O la sua paura è che i clienti che trovino beneficio nel laser non facciano più il bite?
E ancora importantissimo per me, ho letto che l impronta e quindi il bite va fatto dopo aver rilassato il muscoli mandibolari e non con questi infiammati per non rischiare di costruirlo in maniera falsata (spero di essermi spiegata bene) è vero?
se si non dovrebbe allora il laser anticipare il bite?
O sennò cosa si fa per rilassare la mandibola?
Grazie mille a quanti mi risponderanno e scusate se mi sono dilungata

[#1]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
"... domanda...può influire o no un intervento di estrazione dentaria stressante al peggioramento e nascita di alcuni sintomi?..."

Può verificarsi un trisma per contrattura spastica dei muscoli da accumulo di acido lattico per tutto il tempo dell'intervento a bocca spalancata ,con conseguente dolore e ridotta apertura, tuttavia con terapia farmacologica e strechting deve scomparire, altrimenti bisogna ipotizzare una locking. Mi faccia sapere se aveva dei click che sono scomparsi, se la mandibola è deviata, la apertura ridotta e se nei movimenti la mandibola esegue una sorta di S


"... domanda oggi chiedo se, visto l appuntamento fra un mese e il mio peggioramento dei sintomi, potesse intanto iniziare con il laser (nel preventivo ha introdotto 4 sedute laser) poiché ho letto e mi ha detto pure lui che quest ultimo ha un effetto antinfiammatorio e analgesico...ma la sua risposta è stata negativa poiché per protocollo il laser va fatto dopo il bite...ha ragione?... "



La risposta è : va fatta innanzitutto una DIAGNOSI.Poi può essere corretto un bite adatto al caso clinico, insieme a fisioterapia (strechting mandibolare), eventualmente tens antalgica, terapia farmacologica di supporto.



"... ancora importantissimo per me, ho letto che l impronta e quindi il bite va fatto dopo aver rilassato il muscoli mandibolari e non con questi infiammati per non rischiare di costruirlo in maniera falsata (spero di essermi spiegata bene) è vero?
se si non dovrebbe allora il laser anticipare il bite?... "



Per rilassare la muscolatura prima di prendere impronte esistono due scuole di pensiero : tens miorilassante per la registrazione occlusale, oppure strechting
mandibolare per almeno 45 minuti prima della registrazione occlusale .


Le invio degli articoli sul TMD e la terapia


https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html


https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/2613-disordine-temporomandibolare-quale-terapia.html


Se ha domande chieda pure



Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto grazie per la risposta...non ho mai avuto click piuttosto la mandibola segue una sorta di s all apertura/chiusura..la diagnosi fatta è quella di disfunzione temporo mandibolare ma fatta guardandomi e toccandomi stop! Lui ovviamente mi ha detto che per prima cosa mi farà rx ,rx a7c( così scrive sul preventivo) e tac atm..non mi ha invece parlato di tens o di stretching preventivo. ..PS come potrei combattere il dolore nell attesa? Aumenta di giorno in giorno, lui mi ha suggerito qualche mese fa voltaren e dv dire che mi ha aiutata ...ma da qlk gg nemmeno quella fa tanto,per non parlare di aulin etc ...acqua fresca. Grazie ancora

[#3]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La diagnosi di disfunzione temporo-mandibolare è causale: ha malocclusioni dentarie e di che tipo? Ha eseguito trattamenti ortodontici o protesici non congrui? Malattie degenerative o infiammatorie ATM?
Bruxa o serra i denti?
Come vede il ventaglio è vasto e la terapia diversa, variando da caso a caso. TAC o RNM non sono utili, è sufficiente l'esame clinico e una panoramica per visualizzare la morfologia condilare. Cosa fare al momento? Glielo già suggerito, strechting(cerchi un fisioterapista esperto in ATM) , tens, miorilassanti,
antinfiammatori.E comunque chiarisca tutto bene col suo dentista facendosi mettere tutto per iscritto.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente
Probabilmente è dovuta ad una malocclusione dentaria perché ricordo che mi ha specificato e chiedo a lei conferma di ciò, che il bite non risolverà il problema del tutto ma sarà un palliativo e mi ha suggerito invece per una risoluzione definitiva l apparecchio...ma quindi il bite non può riallineare la mandibola ? O non può farlo nel mio caso? Riuscirà almeno ad attenuare i sintomi?

[#5]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
".... Probabilmente è dovuta ad una malocclusione dentaria perché ricordo che mi ha specificato e chiedo a lei conferma di ciò, che il bite non risolverà il problema del tutto ma sarà un palliativo e mi ha suggerito invece per una risoluzione definitiva l apparecchio...ma quindi il bite non può riallineare la mandibola ? O non può farlo nel mio caso? Riuscirà almeno ad attenuare i sintomi?.... "





Buongiorno, prima di qualunque terapia ortodontica e riabilitativa protesica va trattato il disordine temporo mandibolare.
L'articolo più citato in assoluto su come ci si deve comportare in presenza di disfunzione temporo-mandibolare è "Management of temporomandibular disorders: Concepts and controversies" . Che dice? In presenza di TMD non fare modifiche permanenti,ovvero NON fare ortodonzia,molaggi selettivi,Protesi, chirurgia.

(Charles McNeill, DDS a
School of Dentistry, University of California San Francisco, California

https://doi.org/10.1016/S0022-3913(97)70145-8)

Quindi prima bite, fisioterapia, ecc. poi ad occlusione neuromuscolare stabile in assenza di sintomi eventuale finalizzazione ortodontica.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille...mi ha tranquillizzata sul fatto che stia facendo il giusto iter ..ultimo chiarimento ;ma " eventuale" nel senso che potrebbe non essercene bisogno? O è un termine usato da lei in riferimento a chi non ha problemi di malocclusione dentale? Se è vera la prima ,ciò vuol dire che la mandibola si raddrizza e quindi non è vero come dice il mio dentista che è solo un palliativo? Scusi ancora l ignoranza

[#7]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La finalizzazione dopo terapia con bite
( non è un palliativo, ma un presidio terapeutico individuale necessario per ridare funzione e permettere una occlusione neuromuscolare stabile) può essere ortodontica, protesica o con overlay in composito.

https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/821-tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo.html


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Utente
Grazie mille per la disponibilità molto gentile