Utente
Buongiorno, da circa 3 mesi soffro di un fastidio/bruciore alla gola.

Nei primi 2 mesi ho avuto una temperatura corporea di 37, 5 max, associata a bruciore al toracee mal di testa.

Dalle analisi del sangue e delle urine complete, non è apparso nulla da evidenziare.

In questo periodo ho effettuato 3 cicli di antibiotico diversi (zitromax, agumentin, giasion), sparito l'effetto, il fastidio alla gola torna.

Ho avuto anche dei rush cutanei un po' sparsi per il corpo, che poi sparivano da soli.

Fatto visita da Otorinolaringoiatria, che ha escluso il reflusso e ha confermato una forte infiammazione.

Ora è qualche settimana che mi è rimasto il mal di gola e un po' di cefalea.

Ho effettuato in questi giorni un tampone Faringeo che ha dato positività a Staphylococcus aureus (positivo +++).

Leggendo qualche notizia, la cosa mi sta destando una certa preoccupazione.

Il mio dottore mi ha dato antibiotico sensibile tramite antibiogramma.

Mi devo preoccupare, devo fare altri esami diagnostici?

Grazie in anticipo

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve.
Il Collega ha adottato un comportamento che condivido pienamente. Un antibiotico a cui il suo stafilococco è risultato sensibile all'ABG che ovviamente deve essere assunto per 5-7 gg a dosaggio pieno e seguito, dopo una settimana di sospensione, da un nuovo tampone che confermi l'eradicazione.
Nessuna preoccupazione.
Un caro saluto.
Dr. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente
Intanto la ringrazio per la celere risposta.
Volevo approfittare per un ultima domanda.
Se non erro i (3 +) accanto al risultato del tampone, indicano una carica batterica molto elevata.
Leggendo un po' su varie fonti (lo so è lo sbaglio più comune che si fa), sembra che da questo batterio è molto facile passare a complicanze, secondo lei è il caso di fare una tac, una scintigrafia o un ecg?
Grazie in anticipo

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve.
Lo stato di portatore è molto frequente. Il pericolo non è per Lei, che non ha mai avuto una febbre reumatica, ma per chi lei può contagiare che potrebbe sviluppare sintomi clinici locali, sottovalutati, trattati male e quindi divenire potenzialmente a rischio di complicanze.
Tanto per sicurezza faccia un esame urine completo e si faccia auscultare il cuore da qualcuno che lo sappia fare.
Buona giornata.
Dr. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente
Infatti mi sto preoccupando anche per i miei familiari (anche se non hanno avuto febbre reumatica).
Seguirò il suo consiglio, grazie mille

[#5]  
Attivo dal 2007 al 2020
Guardi mi scusi tanto.
Ho letto frettolosamente e mi sono riferito ad un paziente con Streptococco beta emolitico A.
Avrei potuto modificare il testo ma non lo faccio per correttezza.
Quando si sbaglia lo si ammette.
Nel suo caso Lei non corre alcun pericolo e non deve fare nulla se non eradicare lo stafilococco.
Mi susi ancora e buona giornata.
Dr. Caldarola.

[#6] dopo  
Utente
Ma si figuri, anzi apprezzo molto e mi da fiducia il fatto che sia stato trasparente.
Quindi nenche I miei cari?

[#7]  
Attivo dal 2007 al 2020
Assolutamente no.
Un caro saluto.
Dr. Caldarola.

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, ho terminato la cura di Bactrim Forte, ma il mal di gola è rimasto, insieme a dolore all'orecchio e mal di testa.
Preciso che l'antibiogramma ha rilevato la resistenza dello S. Aureus alla Benzilpenicillina >0,25 e alla Rifampicina >2, mentre è risultato sensibile a tutto il resto, e Levofloxacina 0,25 (I), si può definire un MRSA o MSSA?
Essendo ormai qualche mese che ho questi sintomi e probabilmente il batterio, quanta possibilità c'è che quest'ultimo stia andando nel sangue e/o potrebbe creare problemi più gravi?
Scusi se sono ripetitivo, ma ormai sto convivendo con questo disagio e leggendo le notizie relative, la preoccupazione sale.

La ringrazio ancora in anticipo e le auguro buon lavoro