Utente
Salve a tutti sono infermiera da circa 13 anni...con una storia di allergia alle graminacee e olivo per le quali ho eseguito circa 20 anni fa immunoterapia.

Nel mese di dicembre ho eseguito prick test tra cui il lattice risultato negativo, oltre le sopracitate allergie è risultata una leggera positività alle profilina.

Non ho sintomi né rinite né dermatite.
Attualmente sto trasferendomi presso altro ospedale e ho eseguito esami ematici tra i quali le Ige k82 lattice che sono risultate 0, 64 con un valore di riferimento che va da zero a 0, 10.

Ripeto sono asintomatica e attualmente in tutte le realtà ospedaliera si usano guanti in nitrile, avrò problemi per l'idoneità alla mansione con un rast fuori range...?.

Colgo l'occasione per porgere cordiali saluti

[#1]  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
purtroppo non è infrequente una cross-reattività in presenza di una seppur lieve allergia alle profiline.
Nello specifico, una cross-reattività IgE mediata tra gli alimenti di origine vegetale, il polline delle piante e in alcuni casi anche il lattice.
Le reazioni crociate sono determinate da un errato riconoscimento da parte del sistema immunitario di un allergene, a causa della similitudine nella struttura.
Nel suo caso è possibile che la positività riscontrata nel dosaggio delle IgE K82 sia determinata da una cross-reazione e questo spiegherebbe la sintomatologia completamente silente.
Relativamente alla sua idoneità, nel confermare quanto da lei detto circa l'ormai residuale presenza di guanti al lattice negli ambienti ospedalieri a favore del nitrile (proprio per i numerosi problemi di allergia), non vedo il motivo per il quale il medico competente dovrebbe farla non idonea.
Il percorso diagnostico per determinare una non idoneità ad indossare guanti in lattice non può limitarsi ad una positività delle IgE K82 ma si dovrebbe approfondire con il dosaggio di IgE specifiche ricombinanti (rHev b1,3,5,6,8) ed in base alla positività o negatività di tutte o di alcune si procede o all'allontanamento dell'esposizione (latex-safe) o al cosiddetto "test d'uso".
Cordiali saluti ed in bocca al lupo
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta...spero che sia così anche per il medico del lavoro che mi visiterà
Crepi il lupo