Utente 557XXX
Gentile dottore,
La contatto per chiederle un parere.
Assumo Cerazette da 4 anni, da tempo controllo periodicamente tramite ecografia il seno perché mia mamma è stata operata di un microcarcinoma e inoltre ho un senso molto denso (mastopatia fibrocistica). L’ultimo controllo risale allo scorso febbraio in cui tutto era nella norma.
Da un po’ di tempo, non saprei quantificare, riesco a palpare un linfonodo tra l’ascella e seno dentro senza che questo nel tempo sia cambiato di dimensioni (apparentemente) e che mi faccia in alcun modo male o che sia gonfio. Sono relativamente magra, è possibile riuscire a sentire alcuni linfonodi? In questo caso sono a destra. Credo sia lungo mezzo centimetro, mobile e morbido. Li sento anche nell’inguine da entrambi i lati.
Cosa ne pensa?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
E' possibile che questa linfoadenopatia sia esito di una pregressa mononucleosi. Faccia un prelievo di sangue per ebv e citomegalovirus. Sempre utile una visita da parte del suo Ginecologo.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 557XXX

Gentile dottore,
Sono stata dalla mia dottoressa e palpandomi i linfonodi in segue inguinale mi ha tranquillizzata essendo questi sotto al centimetro ed essendo io molto magra.
Ho effettuato emocromo, piastrine, formula leucocitaria, P fibrinogeno, creatinina, glucosio, eGrf, ALT, fosfatasi alcalina e colesterolo ed è risultato tutto nella norma (ho controllato questi valori perché assumo la pillola da molto). Anche le urine erano nella norma( ph, peso specifico, emoglobina, proteine, glucosio, birilubina, corpi chetonici, nitriti,emazie, leucociti, cellule epiteliali) a parte esterasi leucocitaria + 1 (valore di riferimento: negativo).
Il mio dubbio rimane su quell’unico linfonodo che sento al lato del seno destro e che finora è rimasto delle stesse dimensioni.
Credo siano un paio di mesi che è presente e il fatto che non sia infiammato mi preoccupa. Sotto al dito scivola ed è, quindi, mobile.
Non prima del prossimo febbraio prenoterò una prossima visita senologica.
Lei mi consiglia di farlo ricontrollare prima?
Grazie per la disponibilità

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, è meglio che si faccia visitare dal suo Ginecologo in tempi brevi
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 557XXX

Buongiorno gentile dottore,
Approfitto per farle un’ultima domanda.
Ieri mi sono resa conto di sentire un linfonodo con le stesse caratteristiche degli altri anche sulla parte laterale del collo.
Con i limiti di un consulto a distanza, secondo lei di cosa potrebbe trattarsi?
Alla luce anche degli esami del sangue e delle urine appena fatti.
Grazie della sua disponibilità e buona giornata