Attivo dal 2020 al 2020
Buonasera, sono una ragazza di 22 anni.
Da circa due mesi ho diversi disturbi che non mi fanno più vivere tranquilla.
È iniziato tutto a inizio settembre con dei giramenti di testa molto forti, tanto da restare per forza sdraiata e dei tremori in tutto il corpo incontrollabili.
Quella volta, dopo un'ora che stavo così, il mio ragazzo chiama l'ambulanza.
In ospedale mi tengono sotto osservazione la notte per sospetta embolia e mi lasciano il giorno dopo dicendo che di tutti gli esami fatti l'unica cosa che non andava erano i battiti sempre un po' alti, fino al sonno e mi prescrivono un holter cardiaco.
Il mio medico di base mi consiglia di monitorare la pressione e la provo per tre sere, ma risulta sempre 120/80.
L'holter cardiaco anche è nella norma.
Questi sintomi iniziano a ripresentarsi almeno due volte a settimana, e si risolvono nel giro di poche ore fino a quando non mi durano per due giorni.
In questi due giorni misuro la pressione: la prima volta, alla sera è 150/90 con 150 battiti, ma riprovandola poco dopo più rilassata scendono a 135/90.
Il giorno dopo li trovo sempre a 140/80 fino a che alla sera del secondo giorno non decido di consultare la guarda medica che uscendo e misurandomi i parametri li trova nella norma, con pressione 120/80 dicendo che può essere stata agitazione.

Mi monitoro io la pressione per una settimana per circa tre volte al giorno e la trovo così: 120/70, poi si alza verso sera a 130/80, la trovo a 140/90 solo una sera dopo essere tornata dalla spesa.
Da lì però inizio ad avere altri sintomi: costanti ronzii/fischi alle orecchie con sensazione di pressione interna, in particolare il sx (molti forti alla sera quando devo dormire), sensazioni di pesantezza sulla testa al centro e "morse" che stringono le tempie che a volte prendono anche la zona della mandibola vicino alle orecchie e gli occhi, nausee, capogiri, sensazione di testa a volte troppo pesante e a volte troppo leggera con sbandamenti e spesso vomito.

Ho ritrovato la pressione circa una settimana fa per un solo giorno trovandola così: prima di pranzo 140/80, ma pochi minuti dopo nell'altro braccio era 120/70 - nel pomeriggio tardo verso le 18 130/80.
Non l'ho riprovata prima di andare a dormire.

Ho fatto: visita otorinolatingoiatrica, esame audiometrico e impedenzometrico > risultato nella norma
Esami del sangue e urine: nella norma con solo albumina alta ma il medico mi ha detto che comunque andava bene
Poi basta perché secondo il mio medico di base è solo stress e non devo fare altre visite.

Vorrei perciò un parere esterno, essendo sicura di non trovarmi in un periodo stressante dall'inizio dei sintomi (se mai sono stressata adesso per questi)
Dove altro potrei cercare per la soluzione?

Dovrei continuare a monitorare la pressione?

Ringrazio in anticipo per la cortese risposta.

[#1]  
Dr. Claudio Bosoni

24% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2020
Da tutta la sintomatologia elencata siamo di fronte a una poli-patologia. Tutti sintomi senza un base organica. Lei attraversa un periodo lieve depressione che somatizza in varie parti dell'organismo senza una logica. Inoltre alla base c'è una personalità ossessiva-compulsiva. Avrebbe bisogno di un farmaco adatto. saluti
Dr. Claudio Bosoni

[#2] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Grazie per la risposta.
Dunque mi consiglia di rivolgermi ad uno psicoterapeuta? Potrei sviluppare una depressione in questo senso pur non essendone consapevole?
Perché non ho mai avuto problemi del genere e non mi trovo in un periodo particolarmente stressante, a parte certo la situazione sanitaria attuale.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Claudio Bosoni

24% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2020
No psicoterapista, perchè lo psicologo non cura queste malattie, non di sua pertinenza. La sua pressione ha l' andamento che hanno tutti, andamento legato allo stato emotivo. Un iperteso ha la pressione alta sempre. Una persona può avere una "depressione nascosta"
Cioè non si avvertono sintomi psichici (tristezza, ansia, poco entusiasmo rispetto a prima ecc.) ma la si ritrova in tanti disturbi
organici (ipertensione, tachicardia, ronzii, ecc.) che lei accusa e in più una leggera insonnia.
In un caso come il suo, ho tante volte prescritto antidepressivi + ansiolitici con ottimi risultati. Nel suo caso le prescriverei
Laroxyl 10 mg cpr. 1 cpr. x 3 volte al dì per un tempo da stabilire insieme. Se avrà qualche problema mi faccia sapere. Saluti.
Dr. Claudio Bosoni