Pus tonsille dx perenne

Utente
Utente
Buona sera, ho postato qualche anno fà lo stesso problema e lo avevo postato anche nella sezione otorinolaringoiatria ma é rimasto senza risposta allora ci riprovo Confidando nella vostra professionalità e attenzione.



Sono circa 20 mesi che la tonsilla di dx presenta un punto bianco sull estremità di sinistra scendendo verso il basso, tale puntino bianco che penso sia puss sparisce quando prendo antibiotico augmentin in genere ma poi esce di nuovo dopo qualche giorno dalla interruzione, non mi da dolore ne febbre, eseguendo pcr e analisi del sangue mesi fa in pratica esce tutto normale se non i linfociti leggermente più bassi dato insignificante a detta del medico, ma la ves nei limiti così come la pcr e gli altri valori, il medico ha eseguito un tampone da dove non si evince a niente circa 10 mesi fà ma il problema ce lo ho ancora ma il curante dice di usare paracetamol all occorrenza e di non preoccuparmi, vorrei sapere se é pericolosa una cosa del genere e se posso tralasciare o fare altro, ripeto non mi porta mai febbre né dolore soffrondi mal di gola una volta all anno per dirla tutta.


Detto questo spero che rispondiate in quanto sono preoccupato grazie mille
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,4k 58
Una tonsillite cronica caseosa non si può liquidare con paracetamolo. Se tutti gli esami fatti risultano negativi, questo non vuol dire che non sia infetta. Quelle placche la ricoprono in parte sono segni di una infezione cronica. Una infezione in alcuni casi può dare origine a endocarditi, a nefriti e altro. Per cui non va sottovalutata. A me è capitato di vedere, un caso simile al suo, risolto con ottimi risultati, e con la stessa terapia che vorrei dare a lei. Pertanto le consiglierei di prendere: ROCEFIN 1 gr. fiale
una iniezione al giorno per 10 giorni. Con questo dovrebbe risolversi tutto. Altrimenti se dovesse resistere alla terapia. Allora non resta che la tonsillectomia. Saluti

Dr. Claudio Bosoni

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta dottore, quindi potrebbe portarmi un endocardite??? Addirittura potrebbe causare addirittura la morte?
Dopo il tampone il medico curante mi aveva detto che solo nel caso in cui avessi avuto dolore avrei potuto prendere paracetamolo altrimenti lasciar perdere, infatti credo che ormai sia cronica per cui devo preoccuparmi?
[#3]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,4k 58
Al giorno d'oggi nessuno muore più per endocardite ecc, con le moderne terapie antibiotiche. Io le ho descritto le probabili conseguenze per incoraggiarla a curarsi. Il paracetamolo è solo per la febbre o i dolori ma a lei non serve. Veda la precedente mail per la cura. Saluti.

Dr. Claudio Bosoni

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, proverò a seguire il suo Consiglio facendo le iniezioni di rocefin, dottore potrebbe essere così gentile da dirmi se è utile anche per me, a me non è una placca profonda cioè si fa del bianco microscopico, però penso la stessa cosa, nel frattempo che prendo appuntamento dal curante per la prescrizione mi dice quali sono i sintomi della endocardite a cui stare attento
[#5]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,4k 58
La placca che vede lei, è solo una via d' uscita dall' interno che è pieno di pus.

Dr. Claudio Bosoni

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore è davvero gentilissimo e sempre velocissimo, seguirò sicuramente il suo Consiglio e farò la terapia da lei consigliata le farò sapere tra una decina di giorni, dato la sua grande professionalità e disponibilità volevo chiederle un altra cosa ma prima le riassumo quanto successomi tre giorni fa :

Mentre dormivo, sentivo come il cuore saltare un battito, e una sensazione di leggero affanno che mi portava a svegliarmi e poi a riaddormentarmi, tale sensazione non só quanto sia durata ma credo qualche ora, al risveglio sentivo il cuore dare tre quattro colpi ed accelerare il tutto mi ha spinto ad indossare l'orologio che uso per andare a correre che rileva battito e pressione, i battiti erano nell'ordine dei 110/115 mentre la pressione era sui 130/90 poi spaventandomi per questa sensazione mai provata prima la pressione ha raggiunto picchi sempre più alti fino a 159/90
Ho smesso di fumare da circa 3 settimane, fumo solo sigaretta elettronica nelle crisi di nicotina, la sigaretta contiene piccole dosi di nicotina, non soffro di particolari patologie, corro quotidianamente e sono abbastanza in forma, ho sempre avuto una pressione regolare sui 115/75 e non ho mai avuto tachicardia o palpitazioni infatti quello che ho avuto non so nemmeno spiegarlo, mi limito a dire che avevo battito accelerato ed irregolare dato che sentivo colpetti sul cuore e sul polso misurandolo anche con le dita, insomma un cuore impazzito,credo si chiamino palpitazioni, mi sono recato allo studio di un amico cardiologo mi ha fatto la cortesia di eseguire un ec ed é risultato nella norma e quella sensazione é sparita, l'unica cosa che ho usato impropriamente é stato aerosol con astian e fluibron sempre per aerosol come medicinali che di solito non uso.

Volevo gentilmente sapere se ciò che ho descritto deve allarmarmi e procedere con altre analisi?

Ho letto su internet che quando le tachicardia sono maligne o di natura patologica non spariscono da sole se non con la somministrazione di medicinali potreste darmi delucidazioni in modo da stare più sereno o procedere con altre analisi?
Nell ordine volevo sapere
1) devo preoccuparmi?
2) devo fare altre analisi ?
3) secondo lei cosa sono?
4) dato sono passate più di 48 ore e non ho avuto più nulla nonostante sia andato anche a correre come mio solito ciò rafforza la tesi dei medicinali? E quindi che non è nulla di che?

Vi ringrazio e mi scuso per il disturbo in un momento dove già siete fortemente impegnati contro la bestia covid19
[#7]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,4k 58
Devi sapere che gli attacchi di tachicardia e ipertensione come nel tuo caso non sono pericolosi, perché variano a seconda del tuo stato psicologico. Infatti, se ti agiti la pressione sale come la tachicardia, mentre in condizioni di rilassamento scendono a valori normali. Ben diversa è la situazione di ipertensione e tachicardia di un cardiopatico, che sono molto durature e passano solo con un farmaco.Non ti devi preoccupare né fare altri esami. Io sono ottimista per il fatto che essere stato tu tranquillizzato dal cardiologo, hai notato un beneficio. Quindi niente cardiopatia ma solo ansia. Se fossi in te, quando senti che arriva questo disturbo dovresti prendere 1/2 cpr di TAVOR 2,5 e vedrai che tutto è più leggero se non scomparso. Saluti.

Dr. Claudio Bosoni

[#8]
dopo
Utente
Utente
Si dottore l ecg veloce durato circa 10 minuti non ha evidenziato disfunzioni al cuore ne agli impulsi elettrici e questo che mi ha detto il cardiologo, quindi se ho capito bene poi non la disturbo più, la tachicardia o tachiaritmia maligna passa solo con la somministrazione di farmaci non regredisce da sola giusto ho capito bene? Grazie lei e gentilissimo
[#9]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,4k 58
Ha capito bene, quello che ha scritto è esatto.

Dr. Claudio Bosoni

[#10]
dopo
Utente
Utente
Ok la ringrazio per tutto quello che mi ha spiegato e consigliato, con enorme chiarezza ed efficacia, farò la cura con rocefin e le farò sapere per le tonsille grazie ancora dottore le auguro ogni bene
[#11]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno,
Dato che lei si occupa anche di allergie, volevo sapere una cosa, curo da anni una forte rinite per allergia acari e paritarie con formistin e mi trovo bene,
E' da un po di tempo che mi capita che all improvviso mentre corro o mentre mangio o sono seduto all improvviso è come se si troncasse l aria, ho smesso di fumare da qualche settimana e non so se ciò può influire ma questa sensazione e fastidiosa, non mi da altri sintomi cioè affanno, o altro, dura un istante, fiato che va via e torna senza lasciare alcun strascico o altro sintomo, vorrei sapere da lei cosa può essere?
Sono stato dal curante mi ha misurato la saturazione ed avevo 99 per cui dice non ho problemi di respirazione e non so se è corretto dato che di lei mi fido vorrei un suo parere, inoltre se mi da l ok vorrei inviarle la foto della tonsilla con la puntina di pus in modo possa visionaria dato il mio curante dice che non c è da preoccuparsi ma io ci terrei che fosse lei ad esprimermi la sua considerazione personale

Grazie mille
[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore se mi dice come inviarle una foto ci terrei a che mi desse un Consiglio per le tonsille, mi da un e mail?
[#13]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,4k 58
Per nostro regolamento non possiamo dare e-mail né n. di telefono né indirizzi. La sua è una dispnea nervosa, vista la breve durata.

Dr. Claudio Bosoni

[#14]
dopo
Utente
Utente
Infatti dottore sono in un periodo di stress nero, e dormo poco, comunque parecchi suoi colleghi ricevono messaggi ci terrei a mandarle le foto delle tonsille anche su una mail non ufficiale in modo possa darmi un Consiglio mirato, se le và, altrimenti la ringrazio ugualmente per la sua disponibilita ma le ripeto dato la confusione del mio curante ci terrei ad un suo parere
[#15]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,4k 58
La descrizione che lei mi ha fatto della sua tonsilla è molto chiara e non ho bisogno della foto, perché quelle tonsille sono un tessuto morto che non serve a niente, anzi è piena di pus. dovrebbe fare. Dovrebbe fare la terapia iniettiva che le ho prescritto e vedrà un buon risultato. saluti

Dr. Claudio Bosoni

[#16]
dopo
Utente
Utente
Ma dato piú che una placca è più una macchia chiara, e non ho ne mal di gola ne altri sintomi ci tenevo che potesse valutare il tutto meglio ma dato vanta doti divine di chiaroveggenza la ringrazio ugualmente

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto