Sensazione pesantezza schiena e sterno, senso di sbandamento

Buon pomeriggio,

Prima di descrivervi il malessere ve lo contestualizzo.



In questi mesi, come tutti, ho dovuto affrontare molto.



A novembre sono dovuto tornare a casa (risiedevo in un'altra regione per lavoro) e a gennaio si è interrotto un rapporto di lavoro che mi ha praticamente distrutto nel corso dell'ultimo anno.




Da alcuni mesi soffro di malesseri che si acuiscono in determinati momenti della giornata.



La sera, in particolare, o a pranzo, quando mi siedo per mangiare, vengo assalito da una forte sensazione di stanchezza e sbandamento che va avanti fino quasi alla fine del pasto e poi, come se ne era venuta scompare.



Oltre a questo, ho notato che a volte ho la vista fuori fuoco e sono preda di vertigini e sensazioni di "stordimento" che mi colgono anche quando cammino e a volte avverto come dei tuffi al cuore seguiti da sensazioni di calore.


Preso dal timore ho scaricato un applicazione 'heartbeats' sviluppata da cardiologi e ho effettuato alcuni elettrocardiogrammi di 5 minuti l'uno tramite digitopressione sul sensore del telefono, tutti normali.



Numerosi anni fa ho sofferto di episodi di attacchi di panico da cui sono uscito brillantemente e non si sono più ripresentati fino ad alcuni mesi addietro, quando un singolo episodio violento, accaduto nel corso della notte, mi ha costretto a riprovare quelle sensazioni.



L'attacco in se è stato un episodio sporadico ma da molto tempo avverto una sensazione di pesantezza localizzata al petto e dietro la schiena e dolori che riguardano sterno, braccia e parte alta della schiena, brevi fitte agli occhi e alla testa, e acufeni oltre ai sintomi già descritti.



Ho fatto le analisi del sangue da poco e i valori sono a posto ma continuo ad essere gravato da una sensazione opprimente che mi genera un po' di ipocondria.





A questo devo aggiungere una sinusite cronica (scolo retronasale) diagnosticata l'anno scorso dopo una tac alla testa a seguito di un piccolo incidente senza conseguenze.




Volevo gentilmente un aiuto per capire come muovermi.



Saluti
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,9k 84
I suoi disturbi così come me li ha descritti, fanno pensare che lei abbia una sofferenza interiore, che non riesce a superare. I sintomi che variano durante la giornata e sono tanti, mi fanno capire che vi sia un qualche cosa a livello psicologico che la fa stare male. In più le passate e presente crisi di panico, mi confermano tale dubbio. Questi sintomi non sono altro che una somatizzazione di uno stato ansioso-depressivo, che lei forse non avverte ma che lavora nel subconscio, e che le ha provocato lo scatenamento di questo malessere. In più come colpo finale, si è aggiunta la perdita del posto di lavoro. L'unico professionista a cui può rivolgersi, per risolvere in modo definitivo i suoi problemi è un buon psichiatra, che le consiglierà cosa fare e le darà una cura per farla stare bene.

Dr. Claudio Bosoni

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa