Utente 476XXX
Gentili dottori, vi scrivo in merito a un dubbio sorto in merito a un valore leggermente alterato nelle mie analisi del sangue.

Ho 21 anni e pratico fitness/bodybuilding/pesistica. Seguo una dieta ipercaloria e iperproteica (circa 1,5 g di proteina x kg corporeo).

Preciso inoltre che da un po' di tempo soffro di stress, ansia e nervosismo per problemi legati alla mia sfera personale.

Ieri (16-04-19) ho effettuato le analisi del sangue e delle urine, i quali valori saranno indicati sotto.
Tutto nella norma, tranne le Amilasi: 89,0 U/l (valori di riferimento tra 0,0 e 86,0).

Facendo qualche ricerca ho visto che questa problematica delle Amilasi alte potrebbe dipendere da problemi legati all'apparato digerente, in particolare vengono citati: infiammazione del pancreas, insufficienza renale, infiammazione gastrica, shock emozionali.

Vi elenco tutti i valori citati nelle mie analisi

Azotemia 32,6 (10,0-55,0)
Glicemia 97 (60-110)
Colesterolo totale 141 (130-220)
Trigliceridi 88 (0-200)
VES 4 (2-12)
Creatininemia 1,04 (0,60-1,30)
Sideremia 106,2 (59,0-158,0)
Gamma-GT 25,1 (10,0-50,0)
Fosfatasi alcalina 207 (98-280)
Colesterolo HDL 35,0 (35,0-55,0)
Colesterolo LDL 88,4 (50,0-172,0)
Sodio Na 136,0 (132,0-147,0)
Potassio K 3,76 (3,60-5,50)
Amilasi 89,0* (0,0-86,0)
LDH 334,0 (<480)
GPT 26,8 (0,0-41,0)
GOT 21,1 (0,0-41,0)

URINE:
Densità: 1015 g/l
Reazione Acida
Aspetto: Leggermente torbido
Colore: Giallo Paglierino
Odore: Sui Generis
Proteine: Assenti
Glucosio: Assente
Acetone: Assente
Pigmenti ematici: Assenti
Pigmenti Biliari: Assenti
Nitriti: Assenti
Emazie: Assenti
Piociti: Assenti
Leucociti: 3-4
Cristalli di acido urico: Assenti
Cristalli di oss. di Ca: Assenti
Triplo ammonio magnesiaci: Assenti
Cellule di sfaldamento: Alcune
Batteriuria: Assente

EMOCROMOCITOMETRICO:
Neutrofili 3,4 - 60,1%
Linfociti 1,9 - 32,7%
Monociti 0,4 - 6,7%
Eosinofili 0,0 - 0,5%
Basofili 0,0 - 0,0%
Glonuli Rossi 5,14
Emoglobina 15,2
Ematocrito 45,2
Vol. Corp. Medio 87,9
MCH 29,6
MCHC 33,6
RDW 10,9
Piastrine 261
Piastrinocrito 0,18
MPV 6,8
PDW 17,7

Come potete vedere, l'unico valore alterato riguarda le Amilasi. Ho poi visto che, in generale i valori di riferimento sono diversi da quelli forniti dal mio laboratorio.
Facendo ricerche infatti vedo che molti come valori di riferimento utilizzano 28-100 U/l, nel mio caso sono 0,0-86,0 U/l. Come mai? E inoltre, è possibile che eventuali problemi gastrici di cui ho sofferto ultimamente (reflusso acido), presumibilmente a causa di ansia, uso eccessivo di chewing gum e ingestione di cibi particolarmente acidi (come detto dal mio medico curante), possa aver alterato il suddetto valore?

Vi ringrazio.

[#1]  
Dr.ssa Serena Rolla

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Si tratta di un valore leggermente al di sopra dei range riportati pertanto direi di considerarlo di scarso significato clinico tanto più, come da lei riferito, che molti laboratori utilizzano range di riferimento di normalità poco più Alti (fino a 100 U/L). Essendo tutti gli altri esami risultati nella norma direi comunque di non preoccuparsi, al limite riveda il suo stile di vita in particolare il suo regime dietetico limitando cibi che possano concorrere a determinare un quadro di reflusso gastrico. Eventualmente il mio consiglio è di ricontrollare il dato tra 6 mesi circa.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Serena Rolla

[#2] dopo  
Utente 476XXX

La ringrazio per la gentile risposta.

Ho inoltre presentato le analisi al mio medico curante, che mi ha detto che tutto è perfettamente nella norma e che l’alterazione delle amilasi è irrilevante.

Mi è però recentemente sorto un dubbio. Il livello della Glicemia è 97 su 110 mg/dl.
Mi sembra leggermente altino ed avendo in famigliaparenri diabetici la cosa mi preoccupa. Posso stare tranquillo oppure no? Informandomi su internet ho letto molte cose negative in merito, ma preferirei avere un parere direttamente da Lei.

Grazie ancora.

[#3]  
Dr.ssa Serena Rolla

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Il valore della glicemia e’ assolutamente normale. Al massimo lo può monitorare nel tempo ma senza allarmismi.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Serena Rolla