Utente
Sono da circa un anno, affetto da Epicondilite ormai cronica, 6 mesi fa
ho effettuato 2 infiltrazioni di cortisone che hanno prodotto miglioramenti
ma solo transitori, difatti dopo 1 mese è ritornato a farsi sentire il dolore
in maniera persistente e intensa soprattutto alzando col braccio teso in
avanti anche piccoli pesi (3 kg).
E' doveroso ammettere che solo nell'ultimo mese ho deciso seriamente di
preoccuparmene cossicchè mi sono riguardato dal fare sforzi, indosso una
gomitiera, applico del ghiaccio 2-3 volte al di' e uso pomate anti-infiammatorie.
Ho fatto anche la magnetoterapia.Ho sentito parlare di terapie con l'agopuntura e con quest'ultima con l'ausilio della corrente fatta passare attraverso gli aghi, oppure di punture con l'ossigeno.
IL dolore persiste senza lasciare speranze di miglioramenti, attendo fiducioso
una vostra autorevole risposta.
Distinti Saluti

[#1]  
Attivo dal 2003 al 2012
l'epicondilite e' quella che io uso definire una patologia che non fa mai fare bella figura al medico perche', pur essendo la DIAGNOSI facile, risulta invece difficile il trattamento perchè l'uso continuato e continuativo della mano e dell'avambraccio portano a nove sollecitazioni che inficiano gran parte delle cur
Io personalmente adotto un protocollo di questo tipo: ghiaccio, ultrasuoni, laser ada alta potenza e massaggio trasverso.
Auguri

[#2]  
Dr. Fabio Mariottini

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Concordo con il collega fisiatra, aggiungendo solo la necessità di molta pazienza e l'inutilità, dal punto di vista terapeutico, del tutore: va bene per permettere attività funzionali di breve durata, ma "non cura". il protocollo indicatole dovrebbe funzionare, ci vuole comunque tempo. In bocca al lupo...
Dr. Fabio Mariottini

[#3]  
Dr. Simone Cigni

28% attività
0% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
stante comunque la necessità di una visita ortopedica, da quello che Lei descrive, stante la persistenza del dolore nonostante la terapia conservativa è a mio parere indicato l'intervento chirurgico.
Cordialmente
Dr Simone Cigni