Utente
salve,sono una ragazza di 19 anni:gioco a pallavolo da anni,non fumo e conduco una vita sana.
vi scrivo perchè sono molto preoccupata per la mia salute.
premetto che questa situazione persiste da alcuni mesi,per l'esattezza i primi fastidi li ho avuti da marzo.
a marzo,ho fatto due cure di antibiotici nel giro di un mese:una per le placche e una per un erpes genitale che mi ha colpita inaspettatamente dal momento che i rapporti che ho avuto sono sempre stati tutelati dal preservativo,curato con l'aciclovir 400 che doveva essermi somministrato ogni 4 ore con la pausa di notte.ho notato in questo periodo un certo dimagrimento,di 4-5kg,dovuto forse anche al fatto che quando ho la febbre non riesco a mangiare niente.nel mese successivo,siccome avvertivo una certa debolezza fisica ho chiesto consigli al mio medico di base che mi ha somministrato alcune vitamine e il ferrotone,sostenendo che ero debilitata dalle cure.questa situazione però è persistita,finchè all'inizio di maggio,durante una braciolata tra amici mi è capitato di bere qualche bicchiere di vino di troppo e di rimettere(io tendo a essere molto avvezza a rimettere).da quella sera ho iniziato ad avvertire nausea e vomito che si presentano SEMPRE verso sera, e che ho notato essere più forti la domenica sera e qualche volta ma non sempre sono accompagnati dal mal di testa.la mia supposizione è che siccome al sabato sera faccio sempre tardi, forse giunti alla sera della domenica il mio fisico si stanchi e che quindi reagisca con la nausea.un altro sintomo è il battito del cuore accelerato accompagnato da un senso di oppressione alla gola.mi sono nuovamente rivolta al medico di base che mi ha fatto fare tutte le analisi del sangue che sono risultate perfette, le migliori di sempre(tendo ad essere lievemente anemica,come mia madre)con particolare attenzione per il fegato.dopo aver sostenuto l'esame di maturità questo problema si è un po' allentato e invece di presentarsi una volta a settimana(la domenica)si è presentato una volta al mese circa.a inizio settembre, però, ho avuto un attacco di forte mal di testa,accompagnato da un formicolio alla mano destra(già presentatosi precedentemente)e dall'offuscamento della vista che mi ha di nuovo fatta rimettere e da allora soffro più frequentemente dei soliti attacchi improvvisi di nausea, accompagnati da un certo fastidio per l'odore di fumo, di vino e dei rumori troppo alti:a volte si presentano prima di mangiare e non riesco a ingurgitare niente,a volte dopo mangiato(e in questo caso volte riesco a gestire il vomito prendendo una boccata di aria fresca facendo due passi,altre volte mi prendo paura e di conseguenza vomito).sempre in questo ultimo mese ho notato che durante la giornata ho qualche giramento di testa o senso di oppressione del cranio,che a volte si evolve in un lieve mal di testa più spesso alla parte destra)che prima non avevo! vorrei sapere se secondo voi mi sto preoccupando troppo o se dovrei fare qualcosa!sono preoccupatissima!!

[#1]  
Dr. Pietro Poidomani

24% attività
4% attualità
12% socialità
MARTINENGO (BG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Prima di qualunque altra ipotesi suggerisco l'esecuzione di una Esofago-gastro-duodenoscopia visto il fortissimo sospetto di una gastrite o esofagite peptica erosiva.
Evita qualsiasi farmaco anti-infiammatorio e non sdraiarti dopo mangiato!
L'altra possibile ipotesi è quella di una forma emicranica con "aura" parestesica (formicolio) o del sistema digerente.
Ma meglio fare un passo alla volta.
Dr. Pietro Poidomani
Medico di medicina generale
Convenzionato con SSN (da 01/07/85)