Utente
Vi scrivo perchè la scorsa notte mi sono svegliato con una sensazione di forte gonfiore nel basso addome. Sono andato in bagno pensando di dover defecare, invece faccio solo pipì e mi sento comunque meglio.
Torno a dormire e dopo una decina di minuti ho lo stesso fastidio. Torno in bagno e rifaccio la pipì perchè non ho lo stimolo per fare altro, solo questa sensazione di gonfiore che stavolta persiste. Aspetto un po' e comincio a tremare dappertutto senza apparente ragione, e mi sembra di perdere le forze. A questo punto comincio a spaventarmi, e resto in bagno nella speranza di liberarmi da questo gonfiore sempre più fastidioso.
Dopo alcuni minuti riesco a defecare un po' ma il gonfiore persiste. Passa ancora qualche minuto e noto una cosa che mi lascia ancora perplesso, ma di cui sono sicuro: i miei testicoli si sono gonfiati moltissimo, il mio pene si ritrae e comincio ad avere difficoltà a fare pipì. In questo momento comincio a panicare, pensando di avere chissà che problema urologico. Decido di vestirmi poichè i brividi e il gonfiore aumentavano e pensavo di dover chiamare un ambulanza a momenti.
Invece camminando su e giù comincio a sentirmi meglio, in alcuni minuti i testicoli si sgonfiano e il gonfiore addominale diminuisce, anche se non sparisce. I brividi invece continuano per una mezz'oretta.
Camminando percepisco dei movimenti digestivi, a cui seguono alcuni piccoli rutti. Insomma, sembrerebbe quasi un problema digestivo, quello che non riesco a capire è il gonfiore ai testicoli, e posso garantire che entrambe le volte che sono andato in bagno erano normali, si sono gonfiati dopo.
Non vorrei dare notizie inutili, ma siccome forse può aiutare, avevo eiaculato appena due ore prima e diverse volte nei giorni precedenti, quindi non è di sicuro un problema legato alla prolungata astinenza, anche se il fastidio addominale poteva vagamente ricordarlo.
Spero di non aver fatto confusione e inserito dettagli inutili. Ho scritto tutto quello che mi ricordavo perchè non ho davvero idea di cosa mi sia accaduto, nè se i sintomi siano riconducibili a un'unica causa. In ogni caso vi ringrazio molto per ogni eventuale consulto.

[#1]  
Dr. Davide Ventre

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
SONCINO (CR)
OSIO SOTTO (BG)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve,
lei soffre di qualche malattia attualmente? Se si, quale?
Dott. Davide Ventre
Specialista in Cardiologia
Tel. 037483016 - 03094930891
e-mail: dott.davideventre@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
Salve e grazie dell'interessamento.
Comunque no, non che io sappia almeno. Dovrei essere sano come un pesce.
Dopo quella notte ho passato un altro giorno con un leggerissimoo fastidio al basso ventre, in cui ho cercato di bere parecchio e ora sto benissimo.
Vorrei aggiungere un altro particolare, mi era successa la stessa cosa circa un anno fa, ma allora era un periodo in cui soffrivo di problemi di digestione, in cui spesso passavo notti in parte in bianco perchè la digestione lavorava. Il medico mi aveva consigliato di usare Peridon per combattere il riflusso e era un po' che avevo abbandonato la cura perchè stavo meglio. Allora non ne ho parlato con nessuno perchè l'evento non si era ripetuto.
Non ricordo i dettagli come descritti qui, in quanto li ho scritti di getto appena mi sono sentito meglio e già ora rileggendoli penso che non avrei mai potuto riscriverli così. Ma ricordo il forte tremore e la mancanza di forze, e il dubbio se era un problema urologico o digestivo.

[#3]  
Dr. Davide Ventre

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
SONCINO (CR)
OSIO SOTTO (BG)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
a questo punto direi che può andare in tutta tranquillità dal suo medico di fiducia a farsi visitare raccontando bene anche a lui ciò che ha scritto qua.

Mi faccia sapere com'è andata poi.
Saluti.
Dott. Davide Ventre
Specialista in Cardiologia
Tel. 037483016 - 03094930891
e-mail: dott.davideventre@gmail.com