Attivo dal 2010 al 2012
Buonasera,

Vorrei chiedervi un parere su due esami con diagnosi discordanti. Circa 6 mesi fa ho eseguito una radiografia allo stomaco che non ha rilevato alcun problema, e c'era scritto "si esclude la presenza di ernie". Oggi ho invece eseguito una gastroscopia che mi ha rilevato una ernia iatale (c'è scritto "cardias: incontinenza, presenza di ernia" e, alla fine, "diagnosi: ernia iatale"). Di quale esame dovrei fidarmi? Possibile che l'ernia iatale sia comparsa nel giro di soli 6 mesi, per di più a 22 anni? Preciso che non ho reflusso ma ogni tanto avverto dei leggeri dolori al petto, che ho sempre attribuito all'ansia.

Nel frattempo ne approfitto per fare un'altra domanda: è normale avere l'addome pulsante quando ci si corica? Avverto le pulsazioni appena sotto lo sterno, prima dell'ombelico, in particolare quando sono supino o sdraiato su di un lato (come oggi durante la gastroscopia). Se espiro sgonfiando l'addome si sentono meglio. Le avverto perché sono abbastanza magro oppure dovrei preoccuparmi di avere un aneurisma dell'aorta addominale?

Grazie.

[#1]  
Dr. Alberto Calvieri

40% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gent.le Utente
in merito alla prima domanda, c'è da dire che è improprio confrontare due esami strumentali diagnostici così diversi come una radiografia con pasto baritato con una gastroscopia esame decisamente più indicato per le patologie dell'organo. Venendo alla questione direi che l'ernia di cui probabilmente lei soffre, è un'ernia da scivolamento, di gran lunga la più comune,che si determina per una maggiore pressione addominale rispetto a quella toraco-diaframmatica e che viene a determinare proprio un salire e scendere, a seconda delle condizioni, di parte dello stomaco attraverso lo iato esofageo; in pratica, in casi come questi, è sufficiente un robusto colpo di tosse oppure un periodo di ostinata stitichizza (aumento della pressione addominale) per determinare appunto uno scivolamento di parte dello stomaco nel mediastino per poi anche dopo pochi minuti ritornare al punto di partenza.
Per la seconda domanda direi che per una persona magra come lei dice di essere, e' comune in posizione supina, avvertire le pulsazioni della aorta addominale; l'eventualità di un aneurisma non può ovviamente essere esclusa ed una semplice ecografia sarebbe derimente il dubbio
un saluto
Dr. Alberto Calvieri - Specialista in Scienza dell'Alimentazione
www.albertocalvieri.it